Graham Crackers, ossia la versione U.S.A. dei digestive

Biscotti | 4 Giugno 2012 | By

Oggi riparto da una ricetta semplice. 
Riparto perchè questa settimana mi è sembrata interminabile, perchè è spiazzante la difficoltà che si prova a vivere il quotidiano quando il tuo quotidiano è continuamente messo in discussione dalla forza di una  natura che  sembra ricordarti senza tregua la sua grandezza, la sua potenza e quanto di contro noi siamo fragili.
Da quella domenica di due settimane fa l’orologio scandisce le ore del giorno con una strana lentezza, o forse è solo stanchezza la mia, perchè anche se fortunatamente non abbiamo subito materialmente la devastazione del terremoto, lo stiamo vivendo nel quotidiano, lo sentiamo negli occhi pesanti che fanno fatica a riposare, lo vediamo nei risvegli notturni dei nostri figli, lo ascoltiamo nei discorsi della gente intorno a noi, lo percepiamo nei nostri gesti nervosi e impauriti. Ti segna e lo fa per sempre.
Ma ogni volta si riparte perchè è giusto che sia così e ieri abbiamo fatto i biscotti, tutti insieme a casa prima di scappare ancora per l’ennesima scossa.
Graham Crackers
ricetta di Martha Stewart
Ingredienti ( per
circa 40 biscotti)
:
200g di farina 00
130g di farina integrale
40g di germe di grano
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
½ cucchiaino  di sale
fino
130g di zucchero di canna Muscovado
2 cucchiai di miele di buona qualità
220 di  burro
ammorbidito ( io ne ho messo 180gr)
½ cucchiaino di di cannella in polvere .
Preparazione:
In un recipiente mescolare
assieme  la farina 00 , la farina  integrale , il germe di grano, il sale e il
bicarbonato.
Nella planetaria su cui avete
monatto la foglia mettere  il burro, lo zucchero
e il miele e cominciate a mescolare a velocità media per circa 2 o 3 minuti
fino a quando avrete ottenuto un composto soffice e ben amalgamato.. A questo
punto aggiungete gli ingredienti secchi poco alla volta  e impastate giusto in tempo di compattare il
tutto, finite  di lavorare a mano per
qualche secondo, fatene una palle e mettete a riposare in frigo per 1 ora
circa.
Ora riprendiamo l’impasto  e lo dividiamo  in 4 pezzi, 
stendiamo  ogni pezzo tra due
fogli di carta forno ad uno spessore di circa 3mm. Con il tagliapasta tagliate
poi dei rettangolini  di circa 8x4cm
oppure con un coppapasta dei dischi 5 cm circa e con la punta dei rebbi della
forchetta praticate i buchini.
 Riporre i biscotti così tagliati in freezer
per circa 20 minuti. Una volta ben freddi  prendete i biscotti dal frizer e allineateli
su una teglia rivestita  di carta forno
distanziandoli di mezzo cm. Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa  10 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare
per 5 minuti nella, dopodiché trasferite i biscotti su una gratella.
Sono biscotti dal sapore intenso
e molto friabili, buonissimi da mangiare a merenda, a colazione e ottimi da
usare come base per i cheesecakes o dolci che prevedano una base biscottosa.

Comments

  1. Leave a Reply

    Morena
    5 Giugno 2012

    State vivendo un incubo e davvero, con tutta me stessa spero che finisca presto…
    Intanto ti faccio i miei complimenti per questi biscotti perfetti che io compro sembre al supermercato e che grazie a te potrò provare a fare in casa.
    Un abbraccio!

  2. Leave a Reply

    Ancutza
    6 Giugno 2012

    Sono dei momenti difficili…scusa ma posso chiederti abiti da quelle parti? Un abbraccio.
    ps bella questa ricetta, anch'io ultimamente preferisco le cose semplici quasi mimimal.

  3. Leave a Reply

    Terry
    7 Giugno 2012

    Immagino la difficoltà di questi momenti! Ti auguro tutta la dorza d'animo necessaria! …. Favolosi i tuoi graham crackers… Ti son venuti perfetti!!!! Li ho subito segnati!!!

  4. Leave a Reply

    Federica
    8 Giugno 2012

    Ciao piacere di conoscerti e contracambiare la tua visita!!Complimenti per questi deliziosi biscotti sono assolutamente perfetti!!Un bacione.

  5. Leave a Reply

    carlottalittlekitchen
    10 Giugno 2012

    …questo li adoro!! tra cheesecake e dolci inglesi …i digestive sono stati sempre i miei preferiti…insieme alla sfogliatella, of course!! Grazie cara!!

  6. Leave a Reply

    emi
    19 Febbraio 2016

    Ma Marta S. usa una farina tipo 0. Tu usi la 00? Perché? Ti trovi meglio?

    • Leave a Reply

      Angela Lancia
      23 Febbraio 2016

      Io non trovo differenza tra le due tipologie di farina, la 0 è solo un pochino meno raffinata della 00, ma visto che nella ricetta poi si aggiunge farina integrale , anche se usi la 00 il risultato non cambia, importante è che siano farine poco proteiche per dare la giusta friabilità al biscotto.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Mortadella impanata