Mont-Blanc alla maniera di Lenotre

Mont-blanc  alla  maniera di Lenotre
 
Avete dato un’occhiata alla copertina della rivista “Fou dePatisserie”? 
Io ne sono rimasta incantata, il tipico colpo di fulmine
goloso che noi pasticceri pasticcioni conosciamo bene, e capita che  un’ immagine che rasenta la perfezione come
questa ti resta piantata nella mente fino a che non scatta quell’impulso folle
e temerario di voler provare a riprodurre cotanta magia!
Ma come si fa?……e la ricetta?  Il magazine è impossibile da trovare in
Italia, ho anche pensato di ordinarlo ma avrei spettato chissà quanto tempo e
allora non ci resta che una sana ricerca in rete eee voilà! Qualche pasticcere
pasticcione mi ha preceduta e messo persino la ricetta, la bravissima Chiara di Thats’ Amore e un fantastico blog francese che seguo da qualche mese sempre così innovativo e aggiornato.
Adesso che so tutto non posso che attaccare la planetaria e
partire 🙂
Il dolce è abbastanza articolato, è una rivisitazione  del classico Mont-blanc ma direi molto
rivisitato….la base è una pate sablè alla mandorla ricoperta con crema di
mandorle, un leggero strato di crema di marroni , poi mirtilli freschi e
ancora  una bella cupoletta di crema
diplomatica ricoperta di una mousse leggera di marroni e decorata con
merighette e mirtilli……uff!! ho fatto fatica anche solo a descriverla 🙂 . Visti
i tanti passaggi si possono comunque preparare alcune cose in anticipo anche di
qualche giorno e poi assemblare il tutto, come la crema pasticcera, la sablè,
le merighe. Ma passiamo alla ricetta.

 

Per la crema pasticcera:
320 ml di latte intero
80 ml di panna fresca
80 gr di tuorli
80gr di zucchero semolato
15 gr di amido di riso
15 gr di amido di mais
10 gr di burro
Mezza bacca di vaniglia
 
Portate a leggero bollore il latte con la mezza stecca di
vaniglia  . A parte, sbattete i tuorli
con lo zucchero e gli amidi . Eliminate la vaniglia e versate il latte sui
tuorli, rimettete il tutto nel pentolino e cuocete sempre mescolando fino ad
addensamento della crema,meno di 1 minuto dopo il bollore. Aggiungete il burro,
mescolate e lasciate raffreddare.
 
Per la pate sablè alle mandorle( per 4 tortine da 10 cm di
diametro)
125 gr di farina
90 gr di burro
30 gr di zucchero a velo
30 gr di farina di mandorle,
1 tuorlo e un pizzico di sale
 
Nella ciotola della planetaria mescoliamo il burro a
pezzetti, tolto dal frigo qualche minuto prima, 
e lo zucchero a  velo fino ad
renderli cremosi, poi unire il resto degli ingredienti tenendo la farina per
ultimo. Farne un panetto e mettere in frigorifero a raffreddare per un paio
d’ore. Dopo il raffreddamento stenderla a circa 3mm di spessore e ricoprire dei
fondi per tartellette precedentemente imburrati. Lasciamoli riposare in frigo
mentre prepariamo la crema di mandorle
 
 
Per la crema di mandorle:
50 gr di burro morbido
50 gr di farina di mandorle
50 gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di maizena
1 cucchiaino di rum
75 gr di crema pasticcera.
 
 
In una ciotola mescolate il burro morbido con lo zucchero a
velo, aggiungete la Maizena e la farina di mandorle. Mescolate bene, poi unire
il tuorlo, il rum e la crema pasticcera e dare un’ultima mescolata alla crema.
Riempite i fondi di sablè  e cuocete per
30 minuti circa nel forno caldo a 170°C. Lasciate raffreddare.
 
Per la mousse leggera alla vaniglia:
200 gr di crema pasticcera,
160gr di panna,
2 fogli di gelatina alimentare.
 
Mettete la gelatina in ammollo in acqua fredda, strizzatela
poi scioglietela per qualche secondo nel forno a microonde e aggiungetela alla
crema pasticcera.  Mescolare bene con un mixer ad immersione per lisciare
bene la crema, poi incorporate delicatamente la panna montata.
 
Per la mousse di marroni:
70gr di pasta di marroni , (io lo omessa, ho usato tutta
crema di marroni)
10gr di whisky,
1 foglio di gelatina,
150gr di panna fresca.
 
Montate la panna e tenere in frigo fino all’utilizzo.
Ammollare  la gelatina in acqua fredda,
strizzatela poi scioglietela per qualche secondo nel forno a microonde.
Aggiungerla alla crema e alla pasta di marroni con il whisky, Mescolate bene e
incorporate delicatamente la panna montata. 
 
Per le meringhette:
 2 albumi,
 60gr di zucchero,
 60gr di zucchero a
velo,
 qualche goccia di
succo di limone.
 
Accendete il forno a 90°C. Montate gli albumi a neve ferma con
il succo di limone e versando a poco a poco lo zucchero semolato. Quando la
meringa è soda, incorporate delicatamente poi lo zucchero a velo con una
spatola. Su un foglio di carta forno, formate delle meringhette con una tasca
da pasticcere con bocchetta liscia da 1 cm di diametro. Cuocete per circa 2 ore
. Lasciate seccare  in forno per un’altra
oretta e conservatele in un contenitore a chiusura ermetica.
 
Per l’assemblaggio delle tortine 100gr di crema di marroni Vis o
di marmellata di mirtilli, 100gr di mirtilli freschi.
 
Spalmate la crema di marroni Vis o la marmellata di mirtilli
sulle tortine di sablè e crema alle mandorle già cotte. Posate sopra  i mirtilli freschi e coprite con la mousse
leggera alla vaniglia formando una leggera cupoletta. Mettete in frigo. 
Ricoprite con la mousse di castagne usando una bocchetta
liscia di piccolo diametro e disegnando un nido dio crema che parta dal centro
fino a ricoprire tutta la cupoletta. Mettete in frigo.

 

Prima di servire, decorate con mirtilli, le meringhette e spolverate
con lo zucchero a velo. Servitela fresca

 

 

 
 
Con questo post inauguro anche la mia collaborazione con la fantastica Azienda Vis  , confetture, composte,  creme golose e tanto altro ancora dalla Valtellina.
 

Comments

  1. Leave a Reply

    m4ry
    13 dicembre 2013

    L'ho vista ora…ed effettivamente è incantevole…ma direi che tu non sei stata da meno ! Anzi ! Complimenti, perché hai realizzato un capolavoro ! Ti abbraccio :*

  2. Leave a Reply

    Paola
    13 dicembre 2013

    Tu sei una maga della pasticceria!! Complimenti davvero. Mi hai ingolosita e se non fossi così timorosa di fare disastri mi cimenterei anche io a provarla. Quasi quasi mi invito da te.. che ne dici, ne è rimasta una? 🙂

  3. Leave a Reply

    Anonimo
    13 dicembre 2013

    Posso solo dire che è fantastica e sarà buona, buonissima. Complimenti! Anna

  4. Leave a Reply

    Sonia
    14 dicembre 2013

    oh signur!! spettacolo!! come al solito quando passo da te…aggiungerei! questi colpi di fulmine sono molto frequenti anche per me, ti capisco tantissimo! complimenti e bacioni

  5. Leave a Reply

    Simona
    17 dicembre 2013

    mamma mia che meraviglia!!! sei sempre più brava!!! i miei complimenti!!!! un abbraccio

  6. Leave a Reply

    Sweet Life
    17 dicembre 2013

    Wow, il mont blanc è uno dei miei dolci preferiti! La tua versione m'ispira molto, anche se un po'complicata… ci vorrà un po' di pazienza! Grazie anche per gli spunti che mi hai dato: la rivista e il blog francese!

  7. Leave a Reply

    Cristina D.
    20 dicembre 2013

    Angela…vai alla grandissima !!!! Un altro capolavoro hai creato ! Io adoro il monte bianco (anche alpinisticamente parlando !). Ti mando anche i miei migliori auguri di Buon Natale…augurandoti che sia dolcissimo. Un abbraccio !

  8. Leave a Reply

    Sonia
    22 dicembre 2013

    tantissimi auguri di buon Natale, bacioni affettuosi!

  9. Leave a Reply

    Donatella Clementi
    3 gennaio 2014

    Quant'è elegante ed invitante questo mont blanc!! Auguri per anno con solo buone notizie… BUON 2014 :* <3

  10. Leave a Reply

    Anna
    9 gennaio 2014

    Mont Blanc delizioso ed invitante!! Come dici tu è lungo e difficoltoso da realizzare, soprattutto se si tratta di noi comuni mortali e non di un pasticcera brava e appassionata come te…hai per caso altre idee da proporci per un risultato che si posso avvicinare al Mont Blanc, ma di più semplice realizzazione?

    Grazie mille
    Anna

    • Leave a Reply

      Dolcinboutique
      15 gennaio 2014

      Grazie mille Anna.Stavo proprio pensando ad un mont blanc in bicchierino, molto più semplice ma ugualmente goloso….a presto la ricetta 🙂

  11. Leave a Reply

    Dolcinboutique
    15 gennaio 2014

    Grazie a tutte voi per i bei messaggi lasciati e gli auguri…..sono stata latitante per un pò ma adesso che sono di nuovo qui vi lascio un sacco di auguri sinceri per un meraviglioso 2014!!!!!

  12. Leave a Reply

    Idee nel gusto
    16 gennaio 2014

    Ma che dolce delizioso ed elegante …bella questa versione…complimenti! Ciao a presto Lia

  13. Leave a Reply

    Silvia- Perle ai Porchy
    17 gennaio 2014

    Eh si bisogna dire che è moooolto complessa come preparazioneeeee!! Io mi sono persa, ma posso comunque dire che guardarne una porzione stupisce anche di più che guardarla intera, con tutti quei fantastici strati!

  14. Leave a Reply

    Chiara Selenati
    19 maggio 2014

    Non avevo visto che mi hai citata nella presentazione!! Grazie mille per il complimento, venendo da te, ne sono molto onorata!!! Ti è venuto molto bene.

  15. Leave a Reply

    Cristina Parravicini
    8 ottobre 2014

    Angela, il Mont-Blanc è uno dei mie dolci preferiti! Adoro la castagna in tutte le sue forme!!! Questa versione è assolutamente strepitosa, così elaborata, chissà che bontà! Bravissima! Inutile dire che anch'io mi sono arrovellata per cercare "Fou de Patisserie" in Italia… ma purtroppo non si trova online. Mi sa che alla fine lo ordinerò, quando sono stata in vacanza in Francia ho acquistato qualche numero ed è davvero una rivista imperdibile per chi ama la pasticceria. A presto, un abbraccio!

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Liquore alla liquirizia