Le chiacchiere di Armando Palmieri…….a quattro mani

Dolci fritti | 27 febbraio 2014 | By

 
Oggi giovedì grasso non potevamo che dedicarlo alla ricetta regina del Carnevale, le chiacchiere! Ogni regione e addirittura ogni provincia ha la sua definizione di questi dolci fritti, ci sono i cenci , le frappe, le lattughe, gli intrigoni, grostoli, bugie, galani…..e mi fermo qui ma si potrebbe andare ancora avanti per molto. 
Le mie sono sono le “chiacchiere della condivisione” e lo sono per 2 motivi, chiacchiere perchè  in campania si chiamano così e la ricetta è di un pastry chef napoletano strepitoso, Armando Palmieri,…. della condivisione perchè lui spesso condivide con chi lo segue su fb ricette anche di famiglia regalando consigli e astuzie con grandissima generosità, e sappiamo benissimo che non è da tutti, e anche  per questo motivo io lo stimo moltissimo. E poi anche perchè non le ho preparate da sola ma le abbiamo condivise a 4 mani, le mie e quelle di cuochetta, la mia bimba pasticciona, perchè condividere e lavorare insieme è divertente il doppio non credete?
Con questa ricetta credo proprio  che interromperò la mia  tradizione di provare nuove ricette di chiacchiere ogni anno, o almeno queste non mancheranno di certo….non ho dubbi sono le migliori che abbia mai assaggiato…friabilissime, leggere, gustose….provare per credere!
P.s…….anche il post è condiviso…….infondo Two is megl che one!    🙂 🙂
 

Chiacchiere di Armando Palmieri
320 g di farina debole 120w tipo”00″
125 g di uova intere (pari a 2 uova medie)
25 g di burro
30 g di succo d’arancia
40 g di zucchero a velo
1/2 baccello di vaniglia
20 g di grappa

Impastare tutti gli ingredienti insieme, far riposare l’impasto per circa 30 minuti, sfogliarlo dello spessore di 1 mm (questa operazione vi può risultare più semplice, con l’aiuto di una sfogliatrice o macchina per la pasta), ritagliare tanti rettangoli, ripiegarli nella parte centrale, facendo un taglio dritto e friggere in olio di semi d’arachidi a 160°C, metterle in posizione verticale , attendere qualche minuto e cospargere di zucchero a velo 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments

  1. Leave a Reply

    Dolci a gogo
    27 febbraio 2014

    A quattro mani è tutto più bello e divertente soprattutto se ci si aiuta e ci si divide i compiti e questi chiacchiere sono semplicemente deliziose e tanto tanto golose!!Bravisssssime,baci,Imma

  2. Leave a Reply

    Cristina D.
    27 febbraio 2014

    Fare i dolci a quattro mani per me è un gusto solo se lo faccio con mio figlio perchè lui sa esattamente come e cosa fare. Con le amiche non mi diverto per nulla (anzi se non sto attenta pure mi infastidisco !)…ed infatti declino sempre le loro offerte quando sanno che sono impegnata con i buffet ! A Vicenza si chiamano crostoli. Io non li faccio mai perchè sono uno dei cavalli di battaglia di mia mamma e li lascio sempre fare a lei. Vado a scoprire questo pastry chef

  3. Leave a Reply

    paneamoreceliachia
    27 febbraio 2014

    Bellissima questa ricetta di chiacchiere con l'arancia. iL fatto di averle realizzate a quattro mani rende tutto ancora più buono.
    Alice

  4. Leave a Reply

    Fr@
    27 febbraio 2014

    Beh condividere ricette è bello, ma soprattutto e bello cucinare con le persone care.
    Devono essere ottime queste chiacchere.

  5. Leave a Reply

    paola
    27 febbraio 2014

    che buone,belle gonfie e piene di bolle, bravissima

  6. Leave a Reply

    Ely Mazzini
    28 febbraio 2014

    Fantastiche queste chiacchiere Angela, sembrano davvero leggerissime, una nuvola di piacere…brava!!!
    Bacioni…

  7. Leave a Reply

    La Cassata Celiaca
    1 marzo 2014

    una ricetta inusuale, ma che mi incuriosisce tanto..con il succo d'arancia…che buone saranno!! lavoro magnifico cara Angela, tu e la cuochetta!! bacioni grandi

  8. Leave a Reply

    Sugar
    2 marzo 2014

    Non avevo dubbi, le tue chiacchiere sono speciali. A parte la ricetta che sperimenterò, che belo averle fatte a quattro mani. 🙂

  9. Leave a Reply

    katia B
    3 marzo 2014

    meravigliose, le tue chiacchiere, bugie o …. anche da noi si chiamano chiacchiere, e questa ricetta è strepitosa, grazie a te ho conosciuto Armando palmieri, grazie ancora e se ti va ti aspetto da me…

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Cheesecake al cioccolato