Schiacciata dolce all’uva e grano saraceno

Lievitati | 10 ottobre 2014 | By

Schiacciata dolce all’uva e grano saraceno
Ecco l’ho fatta anche io!

La vedevo ovunque questa schiacciata all’uva, era diventata un’ ossessione ormai, è evidente : ogni blog che si rispetti deve avere assolutamente la sua ricetta di schiacciata. E perché io in quasi 3 anni di blog non l’ho mai fatta? Perché rischio che finisca la stagione dell’uva e ancora non l’ho mai fatta? Perché mi vado a spulciare tutte le proposte in rete e poi non mi decido?
Perché odio l’uva!!!
Ecco l’ho detto, la odio, la odio. Non mi è mai piaciuta e poi tutti quei semini orribili, una vera tortura, anche quando eroicamente ho voluto provare a mangiarne qualche chicco , i semi li dovevo assolutamente togliere uno ad uno, alla fine 3 chicchi d’uva mangiati e la conclusione che non fa per me!
Eppure ho la sensazione di non essere l’unica a detestare gli acini dell’uva visto che ultimamente i banchi della frutta sono pieni di “uva senza semi”……mi sono fatta tentare. Quando l’ho presa mio marito è quasi inorridito, lui che è un estimatore dell’uva “quella vera”  dice lui. Ma io l’ho presa per un motivo….faccio la schiacciata! Ormai ero decisa, tanto se è una schifezza a casa c’è chi la mangerà comunque volentieri, e poi la cosa importante e che io abbia la mia ricetta di schiacciata, giusto? 🙂
L’ispirazione è partita dal meraviglioso blog di Sara, ho sostituito la farina di semola con grano saraceno per darle un sentore più rustico,  cambiato i tempi di lievitazione e usato zucchero muscovado.
Risultato? Io amo la schiacciata!   Buona, buona, buona, anzi di più. Una vera scoperta e domani la rifò 🙂

Ingredienti
(per uno stampo di 26 cm)
130 g di farina 00
80 g di farina di grano saraceno
50 g di manitoba
150 ml di acqua
15 g di zucchero muscovado  + 4 cucchiai per lo spolvero
1 cucchiaio di olio extravergine
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di miele
3 g di lievito di birra secco
400 g di uva rossa da tavola (mia senza semi)

Procedimento

Con un pò di acqua tiepida sciogliete il lievito assieme al miele. In un contenitore a parte, oppure in planetaria,  setacciate le farine e iniziate a versarvi l’acqua poco alla volta, l’olio, lo zucchero  e il lievito sciolto.
Impastate energicamente per 5 minuti , poi unite il sale. Mettete l’impasto sul piano di lavoro e continuate a impastare fino ad avere un panetto più elastico.
 
Adesso fate un paio di giri con pieghe di secondo tipo che serviranno a dare forza all’impasto, mettetelo in una ciotola unta d’olio, e spennellate d’olio anche il panetto poi coprite con pellicola alimentare e a questo punto o lasciate maturare il frigo per qualche ora (anche tutta la notte) oppure lo lasciate lievitare per 3 o 4 ore.
 
Io l’ho fatto maturare in frigo 5 ore, poi l’ho lasciato lievitare altre 2 ore in forno che avevo riscaldato a 30° e poi spento. Adesso dividete in due l’impasto ed iniziate ad allargare con le mani unte di olio la prima metà e poi ponetela sulla teglia tonda leggermente unta d’olio, mettete sopra circa 250 g di uva già lavata, spolverizzate con lo zucchero muscovado e coprite con l’altra metà dell’impasto, spennellatelo d’olio poi mettete sopra il resto dell’uva e dello zucchero.
Lasciate lievitare ancora un ora o due e infornate a 180° per una ventina di minuti.
 
schiacciata lievitazione

Ecco la schiacciata lievitata e pronta per il forno

 

 

 

Comments

  1. Leave a Reply

    Michela Sassi
    10 ottobre 2014

    Fantastica è dire poco…. ma che bella è??? Non vedo l'ora di farla… bravissima!

  2. Leave a Reply

    Chiarapassion
    10 ottobre 2014

    Angela sai che non ho mai fatto la schiacciata? L'ho sempre assaporata durante i viaggi in Toscana ma mai fatta, la tua è perfetta per aspetto e sicuramente sapore. Odi l'uva? Io la amo ma devo stare attenta perché se esagero mal di pancia a go go.
    Buon fine settimana

  3. Leave a Reply

    Miu Mia
    10 ottobre 2014

    E nonostante sia partita con "non mi piace l'uva", col "non riesco a decidermi"… "l'ho assagiata, ma l'uva non fa per me"… è venuto fuori sto po' di bontà! XD
    Questo è un blog di magie… l'ho sempre detto! 😉

  4. Leave a Reply

    Anna Rita Granata
    10 ottobre 2014

    Anche io mai fatta la schiacciata!! la vedo ovunque, da pinterest a blog vari, è ovunque! e ora, anche tu, hai contribuita a convincermi nel farla 😀 la tua ha un aspetto davvero invitante e poi…adoro l'uva! quindi, vedrò di mettermi presto all'opera! un bacione Angela! e buon inizio di weekend!

  5. Leave a Reply

    Ale
    10 ottobre 2014

    La trovo stupenda Angela e w le fooodbloggers e le loro manie, che a parer mio sono adorabili come questa schiacciata! ciao amica dolce

  6. Leave a Reply

    Valentina
    10 ottobre 2014

    Ahaahahahahah no vabbèèèè anche tu? Anche io odio l'uva!!! Oddio, se me la sbucciano e mi tolgono i semini, allora, forse possiamo riparlarne 😀 Questa schiacciata è stupenda, poteva essere altrimenti visto che arriva dalle tue manine? Evviva l'uva senza semi e evviva i tuoi dolci! <3 Un bacio grande cara amica, buon weekend :**

  7. Leave a Reply

    Giulia
    10 ottobre 2014

    Allora siamo in due! Anch'io ogni anno puntualmente, quando inizio a vedere quà e là ricette della schiacciata, mi dico: "quest'anno la provo anch'io". Poi passa sempre in cavalleria, ma l'anno seguente la voglia ritorna.
    Ora, vedendo questa, sento che la solita vocina mi chiama, e credo proprio che questa volta dovrò darle finalmente ascolto perché è davvero stupenda e l'aggiunta del grano saraceno e del muscovado mi stuzzicano moltissimo. Sei un'ispirazione continua!

  8. Leave a Reply

    Ely Mazzini
    10 ottobre 2014

    Buona, buona, buona… e bella, con il grano saraceno che gli conferisce quel gusto rustico, è ancora più golosa!!!
    Brava Angela:)
    Bacioni, buon fine settimana…

  9. Leave a Reply

    paola
    10 ottobre 2014

    da te anche una semplice e nota focaccia autunnale diventa un capolavoro di alta cucina,complimenti è bellissima

  10. Leave a Reply

    Fr@
    10 ottobre 2014

    🙂 Mi hai fatto sorridere, invece io adoro l'uva e in questo periodo ne sto mangiando di tutti i tipi.
    Non posso che apprezzare questo classico della cucina che tu hai realizzato meravigliosamente.

  11. Leave a Reply

    Sabrina Rabbia
    10 ottobre 2014

    UVA SENZA SEMI???QUI DA NOI NON SI TROVA!!!!ANCH'IO NON AMO PARTICOLARMENTE L'UVA E NON RIESCO A CONVINCERMI DI FARLA, ANCHE SE A CASA MIA C'E' CHI LA MANGEREBBE, VEDREMO SE PRIMA O POI PROVERO' LA TUA SCHIACCIATA…….BACI SABRY

  12. Leave a Reply

    giochidizucchero
    10 ottobre 2014

    Angela!!!!! Ma che belle sono queste foto? La tua focaccina all'uva è spettacolre… io la volevo rifare ma non sono riuscita ad organizzarmi… però ho fatto la marmellata di uva, che presto pubblicherò, meglio di niente. Un abbraccio cara, buon fine settimana!

  13. Leave a Reply

    Lilli nel Paese delle stoviglie
    11 ottobre 2014

    A me non dispiace ma odio i semi quindi finisce che la mangio raramente, mai fatta la schiacciata, la tua ha un aspetto ottimo, da affacciarsi! Un abbraccio

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Panini maialini