Donuts – doughnuts- glassati

Donuts doughnut glazed

Stamattina, mentre finivo di scrivere il post, un grillino chiacchierino nella mia testa mi continuava a ripetere: ma che roba scrivi? ma quanto è unto questo post! trasuda grassi saturi da tutti i buchi delle ciambelle e poi li friggi anche? Orrore! In un epoca di senza burro, senza uova, senza latte senza ricetta ma solo di stratosferiche foto……qui siamo proprio in evidente controtendenza!  Per non parlare del tempo, tra prima lievitazione e seconda e frittura e glassatura qui ci va via un pomeriggio intero! No, non è assolutamente una ricetta velocissima   ….qui ci vuole tempo.  Io il tempo per farli questi donuts l’ho trovato , me lo sono preso, me lo sono goduto, e nel mentre le ciambelline lievitavano mi sono pure relaxata sul divano a coccolarmi le mie pupe. Una vera pacchia, perché ogni tanto bisogna prendersi il tempo che ci vuole, non credete? 

Che meraviglia questi donuts! perfetti per la merenda del sabato  pomeriggio, fantastici per la colazione della domenica …e poi tutti nel congelatore, ne ho fatti un pò di più! Al mattino li tirate fuori dal congelatore li mettete in forno spento appena riscaldato e tornano soffici come appena fatti . Buone ciambelle a tutti!

Donuts doughnut glazed

Per circa 20 donuts

Ingredienti

600 g di farina 00

100 ml di acqua

150 ml di latticello ( oppure panna fresca liquida)

1 uovo grande a temperatura ambiente.

60 g di burro

60 g di zucchero

1/2 cucchiaino di sale

1½ cucchiaino (3.5 g) di lievito di birra secco

Olio per friggere

Per le glasse:

zucchero a velo, limone, burro di arachidi, essenza di vaniglia , burro coloranti alimentari

Preparazione

Riscaldate l’acqua con il latticello e il burro ,fatelo sciogliere. Mettete la farina setacciata nella planetaria con il gancio a foglia, aggiungete lo zucchero e il lievito e fate partire la macchina a bassa velocità . Versate a filo i liquidi, poi le uova sbattute e in ultimo il sale. Lasciate lavorare l’impasto per circa 5 minuti, poi sostituite la foglia con il gancio ad uncino e lavorate per altri 10 minuti. L’impasto deve staccarsi dalle pareti ed essere ben liscio. A questo punto mettetelo in un recipiente infarinato, copritelo con della pellicola alimentare oleata e mette in forno spento con luce accesa a lievitare per un paio di ore.

Riprendete l’impasto e stendetelo a circa 1 cm di spessore su di un piano di lavoro infarinato, con un coppapasta di 7/8 cm di diametro ricavate dei dischetti e poi fate un ulteriore buco centrale, io ho usato un beccuccio della sac a poche. Mettete ogni dischetto su un quadrato di carta forno che vi sarà utile a mantenere la loro forma tonda quando dovrete riprenderli per friggere.

Lasciate lievitare ancora per 1 ora circa e poi friggeteli in abbondante olio (io uso arachidi) alla temperatura di circa 180°. Li mette nell’olio con tutta la carta forno attaccata, vedrete che il calore la staccherà in pochi secondi. Fate friggere fino a farli imbiondire, circa un paio di minuti rigirandoli spesso, poi adagiateli su carta assorbente, lasciate raffreddare prima di glassarli.

La glassa è semplicissima, io non ho usato quantità specifiche , ho versato dello zucchero a velo in un recipiente e unito delle gocce di limone fino ad avere una consistenza cremosa e non troppo liquida, idem con l’essenza di vaniglia e un goccio di acqua, poi colorato con del rosso e del blu.

Per la glassa al burro di arachidi, ho scaldato il burro d’arachidi al microonde, aggiunto una piccola parte di burro sciolto e zucchero a velo fino ad avere la consistenza ideale per glassare i donuts.  Poi decorateli con confettini e mandorle tritate.

donuts-or

 

donuts-primo-piano-copia

 

donuts-alto-copia

 

Comments

  1. Leave a Reply

    ziaconsu
    16 novembre 2016

    In effetti non è una ricetta che rifarei, non è assolutamente contemplata dalla mia alimentazione, pena l’inferno-girone golosi 😛 ma hanno un aspetto così invitante che quasi quasi potrei rischiare…

  2. Leave a Reply

    liz
    16 novembre 2016

    Se almeno una volta l’anno è lecito impazzire, meglio farlo con queste bontà! Che belle!

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>