Sacher torte

Sacher torte

Ci sono dolci che hanno fatto la storia e la Sacher è uno di questi. Forse la torta al cioccolato più famosa al mondo, la più bramata, la più osannata….ma anche la più misteriosa. Nessuno ne conosce la ricetta originale, quella che puoi assaggiare solo al Hotel Sacher di Vienna. Adesso in verità ci sono anche dei Sacher shops, di cui uno a Bolzano, dove comprare questa meraviglia, ma la ricetta, quella rimane comunque inaccessibile. E allora se ci viene voglia di provare a farcene una a casa? Si va alla ricerca di quella che ispira di più, quella che sembra può simile nell’aspetto o quella che magari ci offre una maggior garanzia di riuscita perché opera di grandi maestri pasticceri. Ecco io ne ho scelto uno in particolare, Omar Busi, le sue ricette mi sono sempre piaciute moltissimo, mai  eccessivamente complicate, spiegate molto bene e di gran riuscita. La Sacher che vi propongo oggi è tratta da “La grande pasticceria d’autore” , nel libro Busi scrive anche come procedere per la preparazione della confettura di albicocca ma io ho omesso questo passaggio e ho semplificato la glassa che era fatta con zucchero fondente, non proprio facile da ottenere. Cosa la rende un po’ speciale? Sicuramente il doppio strato di farcitura che ne aumenta la morbidezza e il sapore.

Buona Sacher a tutti 🙂

Sacher a tre strati

Sacher Torte a tre strati
Serves 12
La torta al cioccolato più famosa al modo ingolosita dal doppio strato di confettura
Write a review
Print
Ingredients
  1. 100 g di burro
  2. 100 g di zucchero
  3. 80 g di tuorli
  4. 50 g di uova
  5. 100 g di albumi
  6. 100 g di mandorle in polvere
  7. 40 g di farina
  8. 125 g di cioccolato fondente al 64%
  9. Confettura di albicocche
  10. GLASSA AL CIOCCOLATO
  11. 175 ml di panna liquida
  12. 200 g di cioccolato fondente al 64%
  13. 50 g di burro
Instructions
  1. Montate il burro con 50 g di zucchero, poi aggiungete gradualmente i tuorli e le uova. A parte montate gli albumi con i restanti 50 g di zucchero. Tritate grossolanamente il cioccolato, fondetelo a bagnomaria, lasciatelo leggermente intiepidire prima di unirlo al primo composto. Incorporate poi un po’ alla volta gli albumi montati. Solo alla fine aggiungete la farina setacciata con le mandorle in polvere.
  2. Mettete il composto all’ interno di una tortiera del diametro di circa 22 cm imburrata e infarinata e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30/35 minuti circa.
  3. PER LA GLASSA
  4. Versate la panna in una casseruola e portatela ad ebollizione, toglietela dal fuoco e unite il cioccolato tritato grossolanamente. Con un mixer ad immersione emulsionate il tutto, quando il composto risulterà perfettamente emulsionato, unite il burro ammorbidito a temperatura ambiente e mescolate fino ad amalgamare perfettamente la glassa.
MONTAGGIO
  1. Tagliate la torta in tre dischi , farcitela con la confettura di albicocche e riponetela in congelatore per 30 minuti, quindi ricopritela con la glassa al cioccolato, utilizzate un conetto di carta e con la stessa glassa più fredda , fate la scritta decorativa.
Adapted from Omar Busi
Adapted from Omar Busi
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
sacher

fetta-sacher

The Original Chiffon Cake

Chiffon cake original

Chiffon cake original

Oggi ci addolciamo il lunedì con questo super classico della pasticceria americana, la chiffon cake! Una ciambella sofficissima che si pensa sia stata proposta per la prima volta  nel 1927 a Los Angeles dal signor Harry Baker, assicuratore di professione ma grande appassionato di dolci, nella cucina del ristorante Brown Derby. La torta ebbe talmente successo che per ben 20 anni ne diventò il simbolo, fino a quando la ricetta, fino ad allora segretissima,  fu venduta alla grande distribuzione attraverso i preparati per torte Betty Crocker.  Lo strepitoso successo di questa torta sembrava inarrestabile , persino il New York Times ne proponeva le ricette e le sue molteplici varianti per la gioia di tutte le casalinghe americane e non solo 🙂

Io la ripropongo nella versione base, quella che ha dato poi il via alle infinite variazioni su gusto e forme. E’ semplicissimo personalizzare la  torta partendo da questa base, possiamo aromatizzarla, con spezie , caffè solubile, scorze d’agrumi, possiamo sostituire parte della farina con farina di mandorla, nocciola, pistacchio, possiamo sostiutire l’acqua con latte, succhi di frutta, te’, infusi……insomma sbizzarritevi ma prima provate The original chiffon cake!

Chiffon cake original

Trovate la ricetta anche sul n.22 di Taste & More Magazine,  e vi invito anche a sfogliare il nuovissimo numero 23 del magazine sempre ricchissimo di meravigliose ricette e idee.

(altro…)

Layer cake nutella e pistacchio

utella& pistacchio layer cake

Ultimamente sono di poche parole, oltre che di pochi post, ormai ve ne sarete accorti da un pezzo. Ma è un periodo un po’ così…….forse troppo lungo e faticoso, una staticità sterile che mi demotiva. Sin da ragazzina ho sempre sentito la necessità di inseguire sogni e progetti che mi facessero sentire carica e  mi dessero uno scopo, ecco adesso io quello scopo faccio fatica ad immaginarlo. E si lo ammetto sono un po’ in crisi, mi sento come qualcuno che ha intrapreso un cammino e ad un certo punto del percorso non se ne ricordasse più il motivo e dove si trova.  Mi dispiace molto che questo stato di torpore si stia ripercuotendo anche su questo mio angolo dolce, a stento riesco a postare una ricetta al mese, ho bozze su bozze e foto scattate e freezer pieno di dolci che sono fermi come me. Mi dispiace a volte domandarmi il senso di tutto ciò. Forse ho bisogno di staccare un pò la spina e prendermi un paio di giorni tutti per me, senza altri pensieri che mi ronzino per la testa, riscoprire il senso e l’entusiasmo. Credo che lo farò presto. E mi dispiace anche di aver annoiato chi è passato di qui oggi solo per sbirciare questa nuova torta e si è trovato questo mio sfogo……mi perdonate se vi lascio la ricetta di questa super super golosissima torta? 🙂 Spero di si.

Layer cake nutella e pistacchio

(altro…)

Torta di crepes alle nocciole, cioccolato e frutto della passione

Torta di crepes alle nocciole, cioccolato e frutto della passione

Vi starete chiedendo….ma insomma si produce o no in quella boutique?  Certo che si produce, dolcezza su dolcezza, magia su magia, e visto che avete aspettato quasi un mese per assaggiare un’altra fetta di paradiso, vi voglio ripagare con il nuovo numero di Taste & More Magazine ! Ormai ci conoscete noi di Taste, se non è superlativo non siamo noi :).  E si perché anche questo numero vi stupirà per la ricercatezza , i dettagli, le foto mozzafiato e le ricette da sballo! No non sto esagerando, basta sfogliarlo e capirete :).  Qualche anticipazione?  Uno speciale favoloso sul cioccolato declinato in ricette dolci ma anche salate, tutto ma proprio tutto sulla cottura al cartoccio, e la magia senza tempo  delle crepes………

Torta di crepes alla farina di nocciole farcita con un delicatissimo curd al frutto della passione ed arancia e chantilly al cioccolato…..a questa ci ho pensato io. Tutta per voi!

(altro…)

Torta namelaka al cioccolato

Namelaka chocolate cake

 

Per il post di oggi avevo idea di preparare qualcosa di speciale, perché anche se con un paio di settimane di ritardo, la mia boutique festeggia 4 anni di blog! :). Sono davvero fiera di essere arrivata a festeggiarli questi 4 anni perché all’inizio non ci avrei scommesso un centesimo, anche se adoro più di ogni altra cosa far dolci e mettermi comunque sempre alla prova, ho il tempo centellinato da dedicare al blog, temevo che dopo qualche mese mi sarei persa e avrei lasciato. Invece nonostante i momenti bui, sono qui felicissima di esserci ancora e non posso che ringraziare tutti voi che mi leggete e che mi scrivete con davvero un sacco di affetto. 

E cosa c’è di più consono di una strepitosa e cremosissima torta moderna? Io le adoro, così perfette negli equilibri dei sapori e delle consistenze, così belle da vedere nelle decorazioni eleganti e negli strati che si alternano.  Questa torta è una meraviglia e devo ringraziare Therese di Fornelli profumati per la ricetta, perché questa è la sua torta namelaka e io l’ho rifatta per il gioco dello scambio di ricette che ogni mese proponiamo nel nostro gruppo di bloggalline 🙂

Una fetta di torta a tutti e buon compleanno alla boutique!

Namelaka chocolate cake

(altro…)

Bundt cake al cioccolato e ricotta

Ciambella al cioccolato

 

Sublime cioccolato,……..

………………sacro e profano, angelico e sensuale, puro peccato dei cinque sensi, piccante come l’amore, amaro come la sorgente della saggezza.
Piacere altamente erotico, afrodisiaco di sovrani, elisir di guerrieri, dissipi le nebbie della malinconia accendendo il desiderio più ardente.
Prelibato oro bruno, nobile ispiratore delle arti, infiammi l’immaginazione dello scrittore, sei la musa del poeta, la tavolozza del pittore, sei il fuoco degli amanti, il sorriso dei bambini, la carezza degli anziani.
Sublime cioccolato, racchiudi in te l’alchimia di un istante, la gioia del gusto eterno.

(Neriene)

bund cake 1

Un ode al cioccolato in piena regola, parole che rendono benissimo secondo me le straordinarie qualità di questo alimento, il mio preferito per i miei dolc,i tanto che quando decido di fare uno, mi devo imporre di usare anche altro…..a volte 🙂 . Ma stavolta è un tripudio di cioccolato, un dolce semplice ma delizioso, il connubio ricotta cioccolato vince sempre, lo rende gustoso, umido e delicato e poi la colato di cioccolato finale è la classica ciliegina sulla torta.

Bundt cake cioccolato e ricotta
Morbido cake al cacao e ricotta, reso ancor più goloso da una cascata di cioccolato fuso.
Write a review
Print
Ingredients
  1. 40 g di cacao amaro
  2. 150 ml di acqua
  3. 3 uova
  4. 200 g di farina
  5. 220 g di burro
  6. 210 g di zucchero
  7. 300 g di ricotta
  8. 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  9. 1 pizzico di sale
  10. 2 cucchiaini di lievito per dolci.
  11. 150 g di cioccolato fondente
  12. 2 cucchiai di olio di semi
Instructions
  1. Setacciate assieme la farina, il cacao, il sale e il lievito e tenete da parte. In un altro recipiente mettete la ricotta, la vaniglia e l'acqua e mescolate bene.
  2. Mettete il burro a temperatura ambiente e lo zucchero in una boule o in planetaria e montate bene fino ad avere un composto ben gonfio. Adesso iniziate ad unire le uova, uno alla volta, quando saranno ben amalgamate al composto potete aggiungere, alternandoli, le polveri e il composto di ricotta, sempre mescolando.
  3. Imburrate ed infarinato uno stampo da bundt cake e versatevi il composto, mettete in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. Fate raffreddare e sfornate.
  4. Fate sciogliere il cioccolato fondente al microonde, aggiungete un paio di cucchiai di olio per renderlo più fluido, va bene anche del burro, e colatelo sulla cake, decorate con granella di nocciola e mandorle.
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
bundt cake 2_modificato-1

bundt cake fette

bundt cake scura

Bundt cake

Bundt c

Torta Napoleon

Napoleon cake

 

rifatta

Era tantissimo che volevo fare questa torta! Me ne aveva parlato magnificamente una mia amica lettone, nei suoi ricordi di bambina era il dolce della domenica per eccellenza, una vera festa quando veniva servito a fine pasto. La torta Napoleon è un dolce di origine russa, la versione originale prevede di utilizzare non 5 ma molte più sfoglie, si arriva anche a 15!  che non sono proprio una pasta sfoglia ma qualcosa di simile  tuttavia più  veloce da eseguire e con aggiunta di uova. Io avevo ancora in frigorifero la mia pasta sfoglia velocissima delle galette des rois e allora l’ho utilizzata per provarla.

Anche l’uso della confettura ai frutti di bosco non è proprio nella tradizione della ricetta ma mi è sembrato un ottimo compromesso per attenuare la dolcezza forse eccessiva del burro e del latte condensato.  Ho trovato l’abbinamento perfetto, anzi se usate una confettura ancora un pò più acidula, tipo ribes o lamponi, è ancora meglio.  La torta è davvero buona, soprattutto il giorno dopo e tirata fuori dal frigo almeno mezz’ora prima di servirla. 

Napoleon cake

Torta Napoleon
Torta astrati di pasta sfoglia inframezzati da crema al latte condensato e confettura di frutti di bosco
Write a review
Print
Ingredients
  1. PER LA CREMA AL BURRO E LATTE CONDENSATO
  2. 250 g di burro
  3. 400 g di latte condensato
  4. PER LA PASTA SFOGLIA VELOCE
  5. 250 g di farina 00
  6. 200 g di burro freddo a cubetti
  7. 125 ml di acqua
  8. 5 g di sale
  9. 400 g di confettura di frutti di bosco
Instructions
  1. PER LA CREMA AL BURRO E LATTE CONDENSATO
  2. Togliete il burro dal frigorifero 10 minuti prima di utilizzarlo, tagliatelo a piccoli pezzi e lavoratelo con le fruste elettriche per una decina di minuti. Quando il burro è ben montato iniziate ad aggiungere il latte condensato, a filo, continuando a montare almeno per altri 10 minuti. Otterrete una crema soffice e spumosa, utilizzatela subito perché in frigorifero indurisce.
  3. PER LA PASTA SFOGLIA VELOCISSIMA
  4. Mettete tutti gli ingredienti nella planetaria con il gancio a foglia, azionate e fate amalgamare il composto . Il burro non deve essere completamente assorbito, meglio se ne rimane un po’ a pezzettini perché poi ci faciliterà la sfogliatura della pasta.
  5. Infarinate il piano di lavoro e stendete un rettangolo bel lungo che piegherete a 3 portando un lembo al centro e sovrapponendovi l’altro lembo. Questo è il primo giro di pieghe che abbiamo fatto, ne servono 5 in totale alternando le pieghe a 3 con quelle a 4. Ad ogni nuovo giro assicuratevi di avere davanti a voi il panetto con l' apertura alla vostra destra. Tra una piega e l’altra non c’è riposo, assicuratevi solamente di spolverare il piano di lavoro con della farina per non far appiccicare la pasta. Al termine avremo fatto 3 giro a 3 e 2 a 4 pieghe. Mettete il panetto in frigorifero avvolto in carta forno per almeno un ora prima di utilizzarlo.
  6. Adesso lo stendete con il mattarello ad uno spesso di circa 3mm e ricavate almeno 6 rettangoli di 30 cm per 10. Bucherellateli e fateli cuocere forno caldo a 200° per 10 minuti, poi abbassate la temperatura a 170° e continuate la cottura per altri 10 minuti circa, controllate comunque sempre perché le tempistiche sono variabili da forno a forno.
  7. MONTAGGIO DEL DOLCE
  8. Prendete le 5 sfoglie cotte e iniziate a farcirle alternando la crema al latte condensato e la confettura. Spalmate di crema sia i bordi che la sommità del dolce . Adesso sbriciolate l'ultima sfoglia rimasta e fate aderire le briciole ai bordi della torta. Riscaldate al microonde un pò della confettura avanzata e decorate con un conetto di carta un motivo a piacere. Riponete la torta in frigorifero.
Notes
  1. Tirate fuori la torta dal frigo almeno 30 minuti prima di servirla, bisogna che la crema si ammorbidisca un po' per gustarla al meglio. Potete tenerla in frigo anche per più giorni, è sempre buonissima.
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
Torta Napoleon

Torta Napoleon

Torta doppia ganache e chantilly al caramello

doppia ganache e caramello

 

Iniziamo la settima in assoluta dolcezza, caramello e cioccolato….cosa volere di più! Questa torta è stato un po’ un esperimento e devo dire anche ben riuscito, qualche tempo fa avevo provato come base per un mio dolce, il biscotto alla panna montata di Loretta Fanella, mi era piaciuto molto per la consistenza ben umida, leggero e corposo al tempo stesso ed è stata la mia ispirazione per questa base di cake alla ganache motata. Ho sostituito la panna montata con la ganache montata al cioccolato e lasciati gli albumi per dare più volume e il gioco è fatto. Quindi per i super golosi torta alla doppia ganache, sia nella composizione del cake , sia nella farcia. L’abbinata poi con la chantilly al caramello ha fatto tutto il resto….una vera goduria!

doppia ganache

Torta doppia ganache e chantilly al acarmello
Una base di morbida torta al cioccolato farcita da tre strati di ganache e chantilly
Write a review
Print
Ingredients
  1. CHANTILLY AL CARAMELLO
  2. 50g di zucchero
  3. 250g di panna fresca
  4. GANACHE MONTATA
  5. 125 g di cioccolato fondente
  6. 25 g di miele
  7. 160 di panna
  8. 300 di panna
  9. TORTA DOPPIA GANACHE (per uno stampo alto da 20cm)
  10. 225 g di farina 00
  11. 25 g dui cacao amaro
  12. 250 g di zucchero
  13. 250 g ganache montata
  14. 3 uova a temperatura ambiente
  15. Scorza di limone
  16. Mezza bustina di lievito per dolci
Instructions
  1. CHANTILLY AL CARAMELLO
  2. Iniziate il giorno prima.
  3. Con lo zucchero fate un caramello secco, lasciando scioglierlo in un pentolino con fondo spesso, senza mescolare. Quando è biondo, toglietelo dal fuoco e unitevi 100 g di panna fatta prima riscaldare, mescolate e rimettete sul fuoco qualche secondo per amalgamare tutto . Poi fuori dal fuoco unitevi il resto della panna fredda, mescolate e conservate in frigorifero fino al giorno dopo. Montate la chantilly.
  4. GANACHE MONTATA
  5. Iniziate il giorno prima
  6. Bollite i 160 g di panna con il miele .
  7. Fondete il cioccolato fondente e amalgamate bene poi versare in tre volte la panna calda al centro del cioccolato e con una spatola di gomma lavorate partendo dal centro verso l' esterno fino ad avere un composto ben lucido.
  8. Versate i 300 gr di panna fredda, mescolate e coprire con pellicola a contatto e mettete in frigo per tutta la notte. Il giorno dopo montate fino a consistenza desiderata.
  9. TORTA DOPPIA GANACHE (per uno stampo alto da 20cm)
  10. Montate le uova con lo zucchero fino ad avere un composto ben gonfio e spumoso.
  11. Miscelate la farina con il lievito, il cacao setacciato e la scorza grattugiata di limone, aggiungete il tutto, poco alla volta,al composto di uova, amalgamando con una spatola con movimento dall'alto verso il basso. Allo stesso modo unite i 250 g di ganache montata .
  12. Versate nello stampo ben imburrato ed infarinato e infornate a 160° in forno statico per 50 minuti circa(fate la prova stecchino, se al centro non è ancora asciutto cuocete per altri 5/10 minuti).
  13. MONTAGGIO
  14. Quando la torta è ben fredda, dividetela in 4 parti e farcite con la ganache montata e la chantilly, ricopritela di ganache e decorate con chantilly e codette di cioccolato.
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
doppia ganache e caramello

doppia-ganache-1

Vi ricordo inoltre che oggi è on line il nuovo bellissimo numero di Taste&More Magazine, ogni volta è una conferma e ogni volta ci stupisce per quanto sia bello, se non lo avete ancora visto non potete più rimandare! In questo numero parleremo di tè e di come utilizzarlo nelle ricette più svariate, parleremo di pancake, canederli, panzerotti, di ricette da bistrot, cibo americano e tantissimo altro , tutto con le meravigliose ricette e foto del team di blogger Taste&More. Su correte a sfogliarlo 🙂

TasteMore-Magazine-gennaio-febbraio-2016-n°-18

Rotolo del buon augurio!

Rotolo cioccolato , cocco e arancia

 

Il mio primo post del 2016 non poteva non essere un messaggio di auguri sinceri e di buon auspicio per questo nuovo anno appena nato, e il modo in cui mi  riesce meglio farlo non è certo attraverso paroloni e discorsi di bilanci e robe varie……ma attraverso un dolce :).  Sin da quando ero piccola, nel periodo delle feste natalizie, era immancabile sulla nostra tavola il tronchetto di Natale, lo preparava mio padre con grande maestria, bellissimo con i funghetti di merighette, le striature sul cioccolato che ricordavano il sughero dell’albero , le foglie di vischio, insomma era una meraviglia!

 Ma cosa simboleggiava quel tronchetto? Era proprio un messaggio di auguri, un porta fortuna, infatti, di  origini francesi, il tronchetto di Natale  è un dolce che si richiama a una delle più antiche tradizioni natalizie, quella del ceppo di Natale, in voga fin dal XII secolo, per cui in tutta Europa si festeggiava la vigilia con un brindisi di buon auspicio, al termine del quale il capofamiglia gettava nel camino un tronco di legno che veniva lasciato bruciare fino alla notte dell’Epifania, e i cui resti venivano poi conservati perché fossero, con le loro proprietà magiche, portafortuna per tutti i membri della famiglia.

Quest’anno sono stata un pò alternativa 🙂 più che sull’aspetto del tronchetto , che in effetti è solo un rotolo, mi sono sbizzarrita sulla scenografia di accompagnamento, con tutti quei biscottini e fiocchi di cocco come se fosse neve.  E con questo sempre buonissimo dolce, il mio augurio per un anno che sia proprio come ognuno di noi lo desidera! 

Rotolo cioccolato , cocco e arancia

Rotolo al cocco, cioccolato e arancia
Soffice rotolo di pasta biscotto al cocco farcita da ganache al cioccolato e arancia e ricoperto da crema pasticcera all'arancia
Write a review
Print
Ingredients
  1. PER IL BISCOTTO PER ARROTOLATI (Pierre Herme)
  2. 90 g di tuorli (circa 5)
  3. 45 g di zucchero semolato
  4. 100 g di albumi( circa 3)
  5. 30g di zucchero semolato
  6. 40 g di farina
  7. 15 g di farina cocco
  8. PER LA CREMA PASTICCERA ALL’ARANCIA
  9. 320 ml di latte intero
  10. 80 ml di panna fresca
  11. 80 g di tuorli
  12. 80gr di zucchero semolato
  13. 15 g di amido di riso
  14. 15 g di amido di mais
  15. 10 g di burro
  16. La buccia grattugiata di un’arancia
  17. PER LA GANACHE AL CIOCCOLATO FONDENTE E ARANCIA
  18. 150 g di cioccolato fondente al 50%
  19. 100 ml di panna fresca
  20. 30 ml di succo d’arancia
Instructions
  1. PER IL BISCOTTO PER ARROTOLATI (Pierre Herme)
  2. Setacciate le farine.
  3. In una boule montate i tuorli con 45 g di zucchero semolato fino a farli sbianchire, dovete ottenere una massa ben montata, in un’altra boule montate i bianchi con l’altra parte dello zucchero , poi unite le due masse mescolando delicatamente con un cucchiaio di silicone, infine aggiungete le farine in tre volte mescolando dall’alto verso il basso con la spatola.
  4. Stendete il composto in modo omogeneo, su una placca rivestita di carta forno, allo spessore di 1 cm circa e cuocere a 220°per 8/10 minuti circa. Una volta cotto capovolgetelo su un canovaccio inumidito e cosparso di zucchero, lasciatelo raffreddare alcuni minuti e arrotolatelo su se stesso, poi srotolatelo, togliete la carta forno e lasciate che finisca completamente di raffreddare prima di farcirlo.
  5. PER LA CREMA PASTICCERA ALL’ARANCIA
  6. Portate a leggero bollore il latte.
  7. A parte, sbattete i tuorli con lo zucchero. La buccia grattugiata dell’arancia e gli amidi . Versate il latte sui tuorli, rimettete il tutto nel pentolino e cuocete sempre mescolando fino ad addensamento della crema, meno di 1 minuto dopo il bollore. Aggiungete il burro, mescolate e lasciate raffreddare.
  8. PER LA GANACHE AL CIOCCOLATO FONDENTE E ARANCIA
  9. Portare a ebollizione la panna, unirvi il succo di arancia e versare in tre volte sul cioccolato fatto precedentemente sciogliere al microonde, mescolando con un cucchiaio di silicone dal centro verso l’esterno, in ultimo emulsionare per qualche secondo con un mixer ad immersione. Lasciare raffreddare la ganache in frigorifero per un ora circa e poi montarla leggermente.
  10. MONTAGGIO DEL ROTOLO
  11. Bagnare il biscotto per arrotolati con una bagna composta da 30 ml di acqua, 30 ml di liquore all’ arancia e 60 g di zucchero. Farcitelo con la ganache al cioccolato, arrotolatelo e ricoprite il rotolo con la crema pasticcera. Versate a pioggia sulla crema della farina di cocco fino a ricoprirlo completamente. Mettete il rotolo in frigo un paio d’ore prima di servirlo.
Notes
  1. Se preparate il dolce il giorno prima di servirlo, i sapori saranno ancor meglio amalgamati e ne guadagnerà il gusto.
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
Rotolo cioccolato , cocco e arancia

Rotolo cioccolato , cocco e arancia

Rotolo cioccolato , cocco e arancia

Ghirlanda pavlova con crema eggnog

 

Pochi giorni a Natale e anche se ognuno di noi, chi più chi meno, ha  qualche maledetta zavorra di problemi che ci tiene ben fermi con i piedi per terra, non si può non lasciarsi andare a questo che è il periodo più magico dell’anno. Anche solo qualche giorno fa bene al cuore, non c’è dubbio. 

Da tanti anni io vivo lontana dalla mia famiglia di origine e non sempre riesco a riabbracciarli per il Natale, come quest’anno che saremo soli soletti in famiglia e proprio per questo sento ancora più forte il desiderio di viverlo questo Natale , di compensare in qualche modo il calore che ci mancherà. Albero fatto, casa addobbata, presepe fatto, pandoro in lievitazione, menù deciso… adesso non ci resta che abbuffarci di film natalizi e fiabe di Natale. 

Oggi vi faccio gli auguri con una ghirlanda di pavlova, da qualche anno diventato un pò il simbolo delle feste di questo periodo, pensate che fin dai tempi degli antichi romani la ghirlanda era sinonimo di feste, vittoria e regalità. Gli imperatori romani e atleti vittoriosi alle gare delle olimpiadi greche erano fregiati da corone di alloro. Queste corone erano poi esposte nelle case o davanti le porte di ingresso per rendere noto a tutti la vittoria conseguita. Da qui la tradizione di fregiare gli ingressi di ghirlande ornamentali natalizie, per dare un’aria di festa ed allegria e anche un caldo benvenuto in quella casa.  

Buon Natale a tutti dalla vostra boutique 🙂

ghirlanda-or-prima

Ghirlanda di pavlova con crema eggnog e mele speziate
Serves 8
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
1 hr 30 min
Total Time
2 hr
Prep Time
30 min
Cook Time
1 hr 30 min
Total Time
2 hr
Ingredients
  1. PER LA PAVLOVA
  2. 150 ml di albumi (circa 4 uova)
  3. 240 g di zucchero superfine
  4. 1 cucchiaino di aceto bianco
  5. 2 cucchiaini di amido di mais
  6. PER LE MELE SPEZIATE
  7. ¼ di cucchiaino di cannella in polvere
  8. ¼ di cucchiaino di noce moscata grattugiata
  9. 1 mela a polpa soda
  10. 1 cucchiaio di zucchero di canna
  11. 20g di burro
  12. PER LA CREMA EGGNOG
  13. 190 ml di panna liquida
  14. 1 stecche di cannella
  15. i semi ricavati da un baccello di vaniglia
  16. ¼ di cucchiaino di noce moscata grattugiata
  17. 2 cucchiai di rhum scuro
  18. 2 tuorli
  19. 50 g di zucchero superfine
Instructions
  1. Preriscaldate il forno a 150°.
  2. Iniziate a montare gli albumi, quando la consistenza è abbastanza densa unite lo zucchero un cucchiaio alla volta senza smettere di montare almeno per 5 minuti, poi versate l’aceto, l’amido di mais e fate andare per altri 2 minuti.
  3. Posizionate su di una teglia un foglio di carta da forno , poggiate sul foglio un cerchio da pasticceria di 26 cm di diametro o anche solo il bordo di uno stampo a cerniera. Mettete la meringa in una sac a poche usa e getta e tagliate la punta a circa 1 cm , fate degli spuntoni alti circa 5 cm tutti intorno al cerchio, poi tirate via il cerchio.
  4. Con il dorso di un cucchiaio inumidito con acqua fate dei piccoli avvallamenti su ogni spuntone, ci serviranno per la farcia.
  5. Abbassate la temperatura a 115° e cuocete per un’ora e mezza. Spegnete, lasciando la pavlova a raffreddare all’interno con lo sportello aperto. Potete tenerla così anche tutta la notte. La consistenza dovrà essere croccante all’esterno ma ancora morbida internamente.
  6. Intanto preparate la crema eggnogg , mettete la panna in una pentola assieme alla cannella, ai semi della vaniglia, alla noce moscata e al rhum; portate a bollore, a fiamma media.
  7. Togliete dal fuoco e versate sui tuorli precedentemente sbattuti con lo zucchero , poi riportate la miscela sul fuoco e fate cuocere di nuovo, per 6-8 minuti, mescolando continuamente. Eliminate quindi le stecche di cannella e lasciate raffreddare in frigorifero.
  8. Per le mele speziate fate sciogliere il burro in un pentolino a fuoco lento poi unite tutti gli altri ingredienti e lasciate cuocere un paio di minuti, lasciate raffreddare.
  9. Adesso potete versate la crema eggnogg su ogni ciuffetto della pavlova e rifinire con le mele speziate e noci. La crema che avanza va servita in tazza con panna montata.
Adapted from Donna Hay
Adapted from Donna Hay
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
ghirlanda cruda

Ghirlanda-verticale-buona

S’mores cheesecake

S'mores cheesecake

Anche questo è un dolce che ho preparato qualche mese fa, ero tornata da poco da New York dove ho trascorso una settimana intensissima e molto emozionante. Si vede assolutamente che è d’ispirazione americana :). Tutti quei marshmsllows , qualcuno storcerà il naso ma a me  stanno troppo simpatici, allegri ed estrosi come i newyorkesi. 

La base di questa ricetta è quella classica della New york cheesecake, cotta in forno a bagno maria proprio per esaltarne l’umidità e la morbidezza. Io ho usato uno stampo leggermente più piccolo in maniera da ricavarne anche delle monoporzioni, non le trovate carinissime? 

S'more cheesecake

(altro…)

Mousse Cake lemon curd e mirtilli

 

Da qualche settimana faccio davvero fatica a stare tra forni e fornelli, c’è troppo caldo e forse anche non troppa voglia, ma per me è fisiologico avere dei momenti di “pile scariche”….so che poi passa e torna fortissimo il desiderio di dedicare tempo ed energie alla mia passione per la pasticceria. 
Dalla settimana scorsa è on line il nuovo numero di Taste&More Magazine, io arrivo un pò in ritardo a parlarvene ma credo che lo abbiate già sfogliato , è un numero davvero speciale, senza tematiche specifiche ma solo tanti cuori e tante facce, le facce di noi blogger che ne facciamo parte con tanto orgoglio e le ricette che ci rappresentano e ci raccontano meglio. 
Oggi vi lascio la ricetta di uno dei mie dolci preferiti, una mousse cake cremosa al lemon curd e mirtilli, io adoro le torte cremose, sono in assoluto i dolci che preferisco preparare e con questo gran caldo la freschezza del limone e dei mirtilli ci sta davvero benissimo.
Ma non perdetevi le altre  ricette delle mie amiche blogger, vi sembrerà di conoscerci tutte un pò di più 🙂

Mosse cake lemon curd e mirtilli

(altro…)

Torta Mokaciok

Si sto chiudendo la porta, adesso vado, non ho cambiato idea. La valigia è in macchina, i biglietti in borsa, l’adrenalina a mille….un ultimo saluto alla mia boutique e un ultimo dolcetto prima delle vacanze. E poi non mi dite che non vi vizio 🙂

Ma no Cristina non mi sono scordata di te e della guerra agli albumi, allora ne abbiamo fatti fuori abbastanza con questa sfornata? E lo so che ce ne sono ancora una quantità da sfinimento in congelatore ma appena torno mi ci metto con impegno, promesso!  

Ok ok è ora di andare, una fettina di questa delizia al caffè e scappo!   Buona torta a tutti!

Mocake cake_-6

 

(altro…)

Charlotte royale alla bavarese di fragole

Charlotte royale alla bavarese di fragole

 

Continua la mia carrellata di dolcetti alle fragole. No non mi sono ancora stancata di prepararne, finché ce n’è di così belle in giro ne approfitto spudoratamente  😛 . Oggi però la ricetta è un po’ meno veloce di quella dell’ultimo post, e  niente da fare, io ci provo a fare i dolcetti facili, dieci minuti e inforni, mezz’ora e mangi……si sono belli, buoni , minimo sforzo massima resa….ma io ho bisogno della carica che solo un bel dolcetto complicatuccio mi da!

E un pò matta ci sono, 3 o 4 ore  in cucina di sabato pomeriggio a fare confetture, cuocere biscuits e aspettare trepidante che rassodi una bavarese, beh potevo andare a fare una passeggiata in centro, un pò di shopping, un aperitivo….ma si dai, magari il prossimo sabato  🙄 

P.s.  tra una mini charlotte e l’altra ho anche trovato il tempo di arricchire il mio itinerario di viaggio, ma un po’ vi ho incuriosito su quale sarà la mia metà? Si dai un pochino credo proprio di si  😆 

Charlotte royale alla bavarese di fragole

 

(altro…)

Torta semplice di yogurt e fragole

torta semplice yogurt e fragole

 

Sabato piovoso oggi, la bella stagione ci ha abbandonato per qualche giorno e mettiamoci anche che il mio mal di schiena mi ha tenuta chiusa in casa da giovedì, che faccio? Oltre all’ordine di riposare che mi ha dato il medico, ne approfitto per riprendere in mano l’itinerario di viaggio che mi sto preparando da qualche mese……sono anni che ci penso e finalmente tra due settimane parto! E proprio ora mi doveva venire questa maledetta lombalgia??? Noo non posso assolutamente rischiare di compromettermi la vacanza, quindi seguo a modo i consigli del dottore, prendo tutte le medicine, mi riposo……ma un dolcetto? Lo faccio? Uno facile, facile che non mi farà fare nemmeno un pò di fatica?
Ma si dai, e poi mi faccio aiutare da cuochetta Alissa che mi fa anche da modella per le foto  ;-).   Buona coccola dolce a tutti, noi la mangeremo domani a colazione. 

torta semplice di yogurt e fragole

 

(altro…)

“Dinamite” torta al caramello e ricotta

Dinamite caramello e cioccolato

Ci sono arrivi e partenze, corsi e ricorsi, pause e riprese……oggi torno qui dopo una lunga pausa con una veste tutta nuova e anche una motivazione importante e speciale. 

Avete notato la nuova grafica del blog? Ebbene si,  anche io sono approdata in IFood

Che cosa è IFood? Questo è un piccolo sunto di ciò che vogliamo essere e rappresentare, non posso che essere fiera e felice di far parte di questo gruppo di blogger-amiche che ha creduto in un progetto così importante e ha saputo far in modo  che il sogno diventasse realtà:

iFood è un portale che ruota attorno al Cibo e alle sue mille sfumature: ricette, fotografie, libri, viaggi,

persone, luoghi e storie.

 iFood è un punto di incontro tra chi è curioso di sperimentare e chi ama condividere. 

iFood è il rumore perfetto della crosta del pane, il movimento delle mani infarinate, la combinazione

degli odori che rimandano ad un viaggio, al piatto assaggiato in un mondo lontano.

iFood è anche Network, il primo network italiano nato spontaneamente, dove i blogger ci mettono la faccia,

si sporcano le mani, il grembiule, le idee.

Innamoratevi della cucina, insieme a noi.

Il post con cui inauguro il mio blog rinnovato propone la  ricetta di un dolce davvero “folle”  😀  . Sono stata e sono tutt’ora una lettrice appassionata di un blog ormai fermo ma che adoro, quello di Erin e la sua folle cucina. Erin è pazzesca, i suoi dolci sono il frutto di grande passione ed inventiva, e soprattutto golosi all’ennesima potenza. Ho realizzato più di qualche sua ricetta e tutte davvero perfette.  Per questo dolce mi sono ispirata a “Dynamite” con qualche piccola variazione di mio gusto, ma basta parole ed eccovi questa meravigliosa bomba al caramello:

Dolce di caramello e cioccolato

(altro…)

Oreo cheesecake al cioccolato bianco

 

 

Ma che fatica  fa questa boutique a sfornare buoni dolcetti ultimamente! Non si sarà mica messa a dieta post-festività??? E …..magari!  Mi farebbe solo bene mettermi a stecchetto per qualche mese ma per il momento non se ne parla proprio!  Golosità batte costanza 3 a 0.
Diciamo che le mie vetrine sono rimaste chiuse per pensieri in corso (
Capita no? Una bella pausa, ritmi lenti e nessun obbligo e scadenza…..a chi non piace?
Chi ha un blog lo sa benissimo che oltre a dare grandissime soddisfazioni  comporta anche tanto lavoro, tempo da dedicare , impegno e non è affatto facile tenere i ritmi, il passo giusto. 
Io ogni tanto rallento, mi prendo una boccata di sano riposo e poi riparto, senza sensi di colpa come succedeva qualche tempo fa, solo con la consapevolezza che seguire i propri tempi  e le proprie emozioni è molto più gratificante che correre dietro ad un post da fare ad ogni costo.
 
Oggi faccio capolino dal mio letargo con un dolce che avevo in mente di fare da tanto, e no niente fritti carnevaleschi per il momento ma una deliziosa cheesecake al cioccolato bianco e oreo!
Il risultato è un dolce cremosissimo e goloso, il sapore deciso degli oreo è perfetto con la dolcezza del ripieno al cioccolato bianco.  Non posso che dire : fantastico.
 

(altro…)

Duetto di mele ai sapori dell’autunno

 

Come ho scritto nel post precedente voglio approfittare spudoratamente dei buoni frutti di questo autunno, è tempo di castagne, di zucche, di nocciole, di noci, mele…..anche i colori iniziano ad essere quelli tipici del periodo, le foglie che vanno dal giallo tenue al rosso intenso mi fanno impazzire, il parco sotto casa è un mare di foglie colorate e mi ci tufferei dentro come un bambino se solo avessi qualche annetto in meno :).
Ma il modo di giocare io lo trovo lo stesso, anche se gli “anta” sono arrivati c’è un gioco meraviglioso che non smetterò mai di fare ed è quello della pasticceria. 
Sapete che io adoro gli entremets, l’ho già scritto un sacco di volte e lo confermo, è un tipo di dolce che ispira la mia creatività, che ogni volta mi mette in gioco e che alla fine mi lascia momenti di meraviglia e di magia come se avessi ancora 8 anni :).
L’entremet per essere tale è formato da una base biscotto, e da più strati a diverse consistenze, il gusto deve ritrovare la parte cremosa, la parte croccante, la parte moussosa, gelificata…..insomma un alternarsi di sapori che stupiscono e rendono piacevolissima la degustazione. 
E’ un esperienza creativa che adoro, vedere le idee che si trasformano in forme e sapori mi rende davvero felice, soprattutto quando chi assaggia percepisce le armonie e ne resta rapito, allora il mio scopo è raggiunto in toto.
Il dolce che vi lascio oggi ha la forma di una mela, ho voluto giocare sul gusto delle due mele preferite della mia famiglia, la mela annurca che mi ricorda l’infanzia in Campania così profumata e succosa e la mela granny smith che invece piace molto alle mie ragazze proprio per la sua croccantezza e e la sua acidità più accentuata.
Gli strati sono composti  da un biscotto alle noci, noci caramellate, composta di mele annurche , un croccante ai marron glacè e cioccolato bianco e una delicatissima mousse di mela verde. Ma bando alle ciance ecco il mio Duetto di mele.

 

Per facile  riuscita del dolce preparate in sequenza:
1  la composta gelificata di mele annurche
2 il  croccante ai marron glace
3 il biscotto success
5 le noci caramellate
4 la mousse di mele verdi     
5 la glassa lucida                                                                                                                                                                                                                                             
Composta gelificata di mela annurca

150 g di mele annurche pulite
qualche cucchiaio di acqua
10 g di succo di limone
3 g di gelatina in fogli oro (1 e mezzo)

Preparazione

Tagliate le mele a cubetti e mettetele in un pentolino, unite l’acqua, 15 g di zucchero e il succo di limone. Fate cuocere fino ad ammorbidire le mele e poi fuori dal fuoco passate al mixer.
Unite alla composta frullata ancora calda,i fogli di gelatina precedentemente ammollati in acqua fredda per 10 minuti, mescolate bene e versate la composta in uno stampo di 18 cm di diametro foderato di pellicola , mettete in congelatore almeno 1 ora.

Croccante di marron glacé

8 marron glacé
50 g di cioccolato bianco

Preparazione :

Tagliate i marron glace a cubetti piccoli, sciogliete al microonde il cioccolato bianco e mescolatelo ai marron glace. Date alla preparazione la forma di un disco di circa 12 cm di diametro e mettete in frigo a rapprendere.
 

Biscotto success alle noci

150 g di zucchero semolato
75 g di zucchero a velo
30 g di mandorle in polvere
45 g di noci in polvere
180 g di albumi (circa 5 uova)
zeste di 1 arancia
1 pizzico di sale

Preparazione

Passate al setaccio lo zucchero a velo assieme alle mandorle e noci in polvere.
Mescolate lo zucchero semolato con le zeste di un’ arancia. Montate gli albumi con un pizzico di sale e per iniziare, un cucchiaio dello zucchero semolato, quando la struttuta della meringa inizia a diventare ben solida unite il resto dello zucchero continuando con le fruste. Adesso aggiungete a pioggia le polveri setacciate mescolando delicatamente con una spatola in silicone, dall’alto verso il basso.
Versato il composto su una teglia foderata di carta forno o silpat allo spesso re di 1 cm circa e cuocete a 175° per 20 minuti circa
 
 
Noci caramellate
10 gherigli di noci
50 g di zucchero semolato
2 cucchiai di acqua
 
Preparazione
Con lo zucchero e l’ acqua preparate un caramello biondo, unite i gherigli di noci cuocete qualche minuti mescolando in modo da incorporare tutto il caramello alle noci. Versatele su carta forno e staccatele singolarmente aiutandovi con un coltello. Lasciate raffreddare.
 

Mousse di mela verde

200 g di purea di mela (ottenuto frullando le mele più il 10% del loro peso in zucchero)
8 g di gelatina oro ( 4 fogli)
250 g di panna fresca molto fredda
35 g di albumi (1 circa)
60 g di zucchero semolato
30 ml di acqua

Preparazione

Foderate con della pellicola per alimenti uno stampo a semisfera di 22 cm circa di diametro.
Mettete ad ammorbidire la gelatina in acqua fredda per almeno 10 minuti.
Scaldate circa 50 gr di purea di mele fino ad una temperatura di 60° circa e unitevi la gelatina ben strizzata, mescolate fino a scioglierla bene e versate tutto nella restate purea fredda, mescolate perfettamente e tenete da parte a temperatura ambiente.
Monatate la panna fino ad averla bella lucida ma non troppo soda e tenetela in frigo.
Preparate adesso la meringa italiano mettendo in un pentolino, su fuoco medio, lo zucchero e l’acqua. In un altro contenitore mettete l’albume e iniziate a montare a velocità media quando la temperatura dello sciroppo è sui 110°, appena raggiunge la temperatura di 118° versate lo sciroppo a filo sugli albumi continuando a montare, aumentate la velocità e continuate fino a raffreddamento fino a quando la meringa è ben montata e soda.
Unite la purea di mela verde alla meringa iniziando con un cucchiaio per allentare il composto e poi tutto il resto mescolando dalla’alto verso il basso delicatamente, unite quindi la panna montata, allo stesso modo.
 

Glassa lucida

40 ml di acqua
75 g di zucchero
75 g di glucosio
50 g di latte condensato
75 g di cioccolato bianco
colorante verde in polvere
1 foglio di gelatina

Preparazione
Mettete il foglio di gelatina ad ammollare in acqua fredda.
Sciogliete il cioccolato bianco al microonde e poi mescolatelo con il latte condensato e la gelatina ben strizzata, mescolate.
Cuocete fino alla temperatura di 103° l’acqua, lo zucchero e il glucosio. Versate lo sciroppo in tre volte , mescolando, sul composto di cioccolato e mixate con un frullatore ad immersione. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente fino a 35°, usatela subito per glassare il dolce ancora congelato.
Componiamo il dolce

Versate poco più della metà della mousse alla mela verde nello stampo foderato di pellicola, adagiate al centro il disco di croccante e finite di versare la mousse.
Livellate bene e coprite con il disco di composta gelificata alla mela annurca, cospargete con granella di noci caramellate e chiudete con un disco di biscotto success.
Mettete in congelatore per almeno 3 ore.
Togliete il dolce dallo stampo, staccate la pellicola e adagiate il dolce congelato su una griglia con un piatto sotto. Colate la glassa e aspettate che si solidifichi prima di decorare con fettine di mela, gherigli di noci caramellate e marron glacè.
 

 

 

Con questa ricetta, partecipo al contest : “TUTTOMELE” in collaborazione con UIR, UNIONE ITALIANA RISTORATORI E SAPORIE.

Rotolo alla crema di cocco, cioccolato bianco e gelatina di melograno

 

Piove, il cielo si è ingrigito definitivamente, le temperature sono ormai di un autunno inoltrato…..stamattina mi sono svegliata così e sarà la prima di tante mattine.
 
Ma visto che non ho nessuna intenzione di immalinconirmi e nemmeno di tediare chi legge, cercherò, come bisogna, di prendere il meglio anche da questa stagione un po’ di mezzo e lo farò nel modo che mi riesce meglio….cucinando (
 
L’autunno del resto ci regala frutti dai colori caldi e accesi, quasi a scusarsi di aver preso il posto della dorata estate. Uno dei frutti più buoni e ricchi di proprietà benefiche è in assoluto il melagrano, è una festa vedere tutti quei meravigliosi chicchi rossi , mi riportano alla mente le manine arrossate delle mie bambine quando ancora molto piccine ne staccano i chicchi come se fosse un gioco e li gustavano ghiottissime.
 
Adesso le mie bimbe sono diventante grandi ma continuano ad adorarlo e io finche’ lo trovo lo propongo nelle insalate, nei dolci, nelle macedonie o ci faccio delle meravigliose gelatine, come quella che ho usato per preparare questo rotolo dolce che quasi ci trasmette un atmosfera natalizia. 
 
La ricetta la trovate anche nel nuovo numero di Taste & More magazine, anche stavolta ricchissimo di ricette, idee e foto meravigliose. Gli argomenti sono tanti e sempre molto interessanti, si spazia dalle uova declinate in svariate ricette, alla pizza e i suoi mille sapori, agli arrosti da cui prendere spunto per il pranzo di Natale, ai tronchetti con farciture tradizionali o insolite e poi un menù svedese, uno vegetariano e uno chic! Insomma cosa aspettate? Correte a sfogliarlo 🙂
 

Rotolo al cocco, cioccolato  e melograno

 
Biscuit al cocco per rotolo
 
Ingredienti per 8/10 persone
5 uova (circa 250g)
125 gr di zucchero
20 g di miele
1 pizzico di sale
100 g di farina 00
25 g di farina cocco
 
Preparazione
Separate 
i tuorli dagli albumi e iniziate 
a montare gli albumi 
aggiungendo  poco alla volta
 lo zucchero(meno un cucchiaio che unirete ai tuorli), il miele e il
pizzico di sale in modo da ottenere una massa lucida e sostenuta.
Quando il composto  è montato aggiungete i tuorli, prima
leggermente sbattuti con il cucchiaio di zucchero rimasto, e infine la farina
00 setacciata con la farina di cocco, versandola a pioggia mentre mescolate
delicatamente con una spatola, meglio se in silicone, dall’alto verso il basso.
Stendete il composto in modo omogeneo, su una
placca rivestita di carta forno, allo spessore  di 5mm e cuocere a 220°
per 8/10 minuti circa.
Una volta cotto capovolgetelo su un canovaccio
inumidito e cosparso di zucchero, lasciatelo raffreddare alcuni minuti e
arrotolatelo su se stesso, poi srotolatelo, togliete la carta forno e lasciate
che finisca completamente di raffreddare prima di farcirlo.
 

 

Gelatina di melograno
 
Ingredienti per 2 vasetti da 250 g
1 kg di melograni per ottenere circa 350 ml di succo
250 g di zucchero semolato
Il succo di mezzo limone
 
Preparazione
Spremete o centrifugate i frutti ottenendo 350ml di succo, filtratelo e mettetelo in una casseruola, unite il succo del limone filtrato e lo zucchero, mescolate bene mettete su fuoco e portate a bollore, cuocete fino a raggiungere la temperatura di circa 105°/106°, o finché iniziate a vedere che addensa leggermente.
Anche se vi sembra un po’ liquida la gelatina finirà di addensare raffreddandosi.
Versatela nei vasetti sterilizzati , chiudere e capovolgere fino a raffreddamento.
N.B
La gelatina risulterà poco densa , se la volete più densa potete aggiungere mezza bustina di pectina per marmellate.

 

 
Crema di cocco e cioccolato bianco
 
Ingredienti
3 tuorli
1 lattina di latte di cocco  400 g
120 g zucchero fine
30 g di maizena
100 gr di cioccolato bianco
 
 
Preparazione
Il procedimento è quello di una comune crema pasticciera, in una boule sbattere leggermente i tuorli con lo zucchero, poi unire la maizena ed infine il latte di cocco precedentemente riscaldato
Amalgamare bene e rimettete  sul fuoco lento, fate cuocere lentamente rimestando sempre con una frusta fino a che non sarà cotta e si sarà addensata al punto giusto, un paio di minuti dopo la ripresa del bollore sono sufficienti..
Spezzettate il cioccolato ed unitelo alla crema ancora calda, mixate con un frullato ad immersione, mettete in frigo a raffreddare coperta con pellicola alimentare a contatto.  Dopo un paio d’ore riprendere la crema mescolate brevemente prima di farcite il rotolo.
 
Montaggio del rotolo

 

Spennellate tutto il biscuit con la gelatina di melograno, ricoprite con la crema al cocco e arrotolate. Glassate l’esterno del rotolo con la crema al cocco, spolverizzate con cocco grattugiato e scaglie di cioccolato, infine decorate con la gelatina di melograno.
 

Eccolo !!!

Banoffe chocolate cake

 

E anche questa è una ricetta “troppo troppa”!
E lo so, abbiate pazienza, ma io vado un po’ a periodi e adesso sto attraversando il periodo “più calorie ci sono e più mi consolo!   Ma come potevo non realizzare l’idea che mi aveva fulminato qualche sera fa mentre a letto, insonne ,  invece che contare le pecore contavo le praline? 
Qualche anno fa ero a Londra con tutta la famiglia, bei tempi, prima di questa maledettissima crisi qualche bel viaggetto me lo concedevo e la capitale Britannica era una delle mete più gettonate, almeno una volta l’anno ci concedevamo qualche giorno di frizzante aria londinese a suon di saldi! 
Ci siete mai stati a Londra quando ci sono i saldi del dopo Natale? E’ il paradiso dello shopping, una vera festa di occasioni, immancabile! 
Oltre allo shopping, oltre alla magia della città più cosmopolita del mondo, tappa fondamentale di tutti i miei viaggi sono naturalmente le pasticcerie e le bakery del posto, ed è proprio in questo modo che ho scoperto la banoffee pie.
Ma che dolce è questa banoffee? Lo dice il nome no? Banane e toffee (. La ricetta originale prevede una base di biscotti e burro tipo quella della cheesecake, un bello strato godurioso di mou, tante fettine di banane, panna montata e scaglie di cioccolato! Tripudio goloso!
Io l’ho voluta rendere torta perché i compleanni si festeggiano con le torte giusto? E anche i compleblog…..e allora toc toc con mani occupate proprio come desidera Jessica di “In mou veritas”e una montagna di mou 🙂
 

Banoffee Chocolate Cake


Sponge cake agli albumi

Ingredienti

280 g di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
300 ml di latticello o di latte intero ( a temperatura ambiente)
4 albumi d’uovo ( a temperatura ambiente)
280 g di zucchero

 

 2 cucchiai di succo di limone e un po di buccia grattugiata
120 g di burro

Preparazione

Mescolare assieme e passare al setaccio la farina, il lievito e il sale, tenere da parte.
Sbattere con delle fruste elettriche il latte (o latticello) con gli albumi fino a far schiumare, tenere da parte.
Montare assieme lo zucchero e il burro morbido fino a rendere il composto chiaro e spumoso, iniziare ad aggiungere il mix di farina e quello di albumi alternandoli per tre volte. Continuare a montare bene per areare al massimo il composto, 5 minuti circa.
Versare in due stampi di 22 cm di diametro  imburrati ed infarinati e infornare  a 170° per 30/35 minuti circa.
 



Per il dulce de leche o mou
1 lattina di latte condensato 400 gr circa
Mettete la lattina chiusa di latte condensato in una pentola alta e ricoprite di acqua fredda, un palmo almeno sopra la lattina. Fate arrivare a bollore, poi abbassate la fiamma al minimo e lasciate sobbollire per 2 ore e mezza o 3 ore. Abbiate cura di lasciare la lattina sempre coperta di acqua.
Una volta aperta la lattina,  il latte condensato sarò diventato una deliziosa crema di latte col caramello

Chantilly al mou

Ingredienti
300g di mou
300ml di panna da montare fresca
2 fogli di gelatina
20 ml di acqua fredda

Preparazione
Mettete i fogli di gelatina spezzettati nei 20 ml di acqua fredda, lasciateli 10 minuti in ammollo.
Con uno sbattitore elettrico mescolare il mou con la panna fino a creare un composto omogeneo.
Passate qualche secondo al microonde la gelatina ammollata fino a scioglierla, versatela nel composto di panna e mou, mescolate energicamente, coprite con della pellicola per alimenti e riponete in frigo per almeno 12 ore.
Ritirare dal frigo e montate in modo da raggiungere la consistenza di una mousse.
Trasferire la mousse in una tasta da pasticcere e adesso è pronta per farcire la torta.

Cremoso al cioccolato fondente

Per la crema inglese
350 di panna fresca
150 di latte
110 di tuorli
70 di zucchero

Mettete sul fuoco la panna e il latte in una casseruola capiente con il baccello di vaniglia precedentemente svuotato dalla polpa. Con una frusta rompete i tuorli prima di aggiungere lo zucchero, unite i semi di vaniglia e mescolate facendo attenzione a incorporare meno aria possibile. Posizionate un setaccio sul composto di tuorli e zucchero; unite il liquido bollente filtrandolo dalle impurità e dal baccello di vaniglia. Riportate sul fuoco e, mescolando con una spatola, portate alla temperatura di 82/84°C.

Preparazione
500 g di crema inglese
200 gr. di cioccolato fondente 70%/75%  oppure
225 gr. di cioccolato fondente 55%           oppure
300 gr. di cioccolato al latte o gianduia.  

Dal quantitativo totale prelevate 500 g di crema e versatela sul cioccolato spezzettato che avete messo nel bicchiere del mixer. Per una emulsione perfetta usate la crema inglese ad una temperatura di circa 60°.
Coprite con pellicola alimentare a contatto e trasferite in frigorifero a rassodare almeno qualche ora, va bene anche tenerlo in frigo fino al giorno dopo. Poi mettete in sac a poche e farcite la torta.

 

 
Per la bagna al cacao e rum
400 g di acqua
370 g di zucchero
50 g di cacao
50 g di cioccolato al 71%
1 stecca di vaniglia
 
200 g di rum
 
Io ho usato mezza dose, sciogliete lo zucchero e l’acqua su fuoco medio, unitevi tutti gli altri ingredienti e fate bollire per un paio di minuti.
 
Per le banane spadellate
Banane fresche pulite 600 g
Burro 45 g
Zucchero semolato 90
g
Rum 20 g
Preparate la composta di banane
 
Mettete il burro e lo zucchero in una padella (non
antiaderente). Accendete la fiamma e fate colorire il caramello. Unite le
banane a rondelle e fatele caramellare, quindi flambate con il rum. Lasciate
raffreddare.
 
Composizione del dolce:
Tagliate le due tortea metà, bagnatele con la bagna al cacao e rum  e iniziate a farcire il primo disco con il cremoso al cioccolato aiutandovi con la sac a poche, altro strato banane caramellate e chantilly al mou, altro strato cremoso al cioccolato.
ricoprite la torta con la chantilly al mou e decorate la sommità con cremoso, banae al naturale e mou avanzato dalla cottura in lattina
 

Con questa ricetta partecipo al contest di Jessica di “In mou veritas” 

 

Il mio contest!!