Bundt cake al cioccolato e ricotta

Ciambella al cioccolato

 

Sublime cioccolato,……..

………………sacro e profano, angelico e sensuale, puro peccato dei cinque sensi, piccante come l’amore, amaro come la sorgente della saggezza.
Piacere altamente erotico, afrodisiaco di sovrani, elisir di guerrieri, dissipi le nebbie della malinconia accendendo il desiderio più ardente.
Prelibato oro bruno, nobile ispiratore delle arti, infiammi l’immaginazione dello scrittore, sei la musa del poeta, la tavolozza del pittore, sei il fuoco degli amanti, il sorriso dei bambini, la carezza degli anziani.
Sublime cioccolato, racchiudi in te l’alchimia di un istante, la gioia del gusto eterno.

(Neriene)

bund cake 1

Un ode al cioccolato in piena regola, parole che rendono benissimo secondo me le straordinarie qualità di questo alimento, il mio preferito per i miei dolc,i tanto che quando decido di fare uno, mi devo imporre di usare anche altro…..a volte 🙂 . Ma stavolta è un tripudio di cioccolato, un dolce semplice ma delizioso, il connubio ricotta cioccolato vince sempre, lo rende gustoso, umido e delicato e poi la colato di cioccolato finale è la classica ciliegina sulla torta.

Bundt cake cioccolato e ricotta
Morbido cake al cacao e ricotta, reso ancor più goloso da una cascata di cioccolato fuso.
Write a review
Print
Ingredients
  1. 40 g di cacao amaro
  2. 150 ml di acqua
  3. 3 uova
  4. 200 g di farina
  5. 220 g di burro
  6. 210 g di zucchero
  7. 300 g di ricotta
  8. 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  9. 1 pizzico di sale
  10. 2 cucchiaini di lievito per dolci.
  11. 150 g di cioccolato fondente
  12. 2 cucchiai di olio di semi
Instructions
  1. Setacciate assieme la farina, il cacao, il sale e il lievito e tenete da parte. In un altro recipiente mettete la ricotta, la vaniglia e l'acqua e mescolate bene.
  2. Mettete il burro a temperatura ambiente e lo zucchero in una boule o in planetaria e montate bene fino ad avere un composto ben gonfio. Adesso iniziate ad unire le uova, uno alla volta, quando saranno ben amalgamate al composto potete aggiungere, alternandoli, le polveri e il composto di ricotta, sempre mescolando.
  3. Imburrate ed infarinato uno stampo da bundt cake e versatevi il composto, mettete in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. Fate raffreddare e sfornate.
  4. Fate sciogliere il cioccolato fondente al microonde, aggiungete un paio di cucchiai di olio per renderlo più fluido, va bene anche del burro, e colatelo sulla cake, decorate con granella di nocciola e mandorle.
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
bundt cake 2_modificato-1

bundt cake fette

bundt cake scura

Bundt cake

Bundt c

Cake variegato cacao e vaniglia

Oggi torno ad un dolce del pasticcere a cui sono maggiormente legata, Luca Montersino. E’ stato lui attraverso le sue spiegazioni sempre così dettagliate che sembrava quasi mi anticipasse le domande, che attraverso i suoi gesti precisi e sicuri,  e la bellezza che riusciva a regalarci delle sue creazioni, ha fatto riemergere in me la passione per la pasticceria. Ho sempre amato far dolci ma poi gli impegni, le bambine piccole e la stanchezza di tutti i giorni hanno avuto la meglio sulla mia passione.

Fino a quando qualche anno fa non sono rimasta incanta dalla maestria e la bravura di Montersino che si prodigava nei primissimi video di Peccati di gola.  Da allora ho capito che far dolci non è solo seguire una ricetta, anche se alla perfezione, non basta.

Far dolci è capire profondamente le materie che si hanno a disposizione, è studiarne le caratteristiche, le capacità e le combinazioni. Far dolci è studiare con passione, esercitarsi, sbagliare, riprovare, sbagliare ancora ed esaltarsi per la riuscita di un buon prodotto. 

Un dolce semplice come un cake variegato, può essere una esperienza gustativa meravigliosa se  fatto con i prodotti giusti e seguendo una metodologia sensata. Un ottimo burro, la giusta temperatura, una montata leggera e spumosa, la cottura perfetta…..il dolce perfetto!

(altro…)

Torta semplice di yogurt e fragole

torta semplice yogurt e fragole

 

Sabato piovoso oggi, la bella stagione ci ha abbandonato per qualche giorno e mettiamoci anche che il mio mal di schiena mi ha tenuta chiusa in casa da giovedì, che faccio? Oltre all’ordine di riposare che mi ha dato il medico, ne approfitto per riprendere in mano l’itinerario di viaggio che mi sto preparando da qualche mese……sono anni che ci penso e finalmente tra due settimane parto! E proprio ora mi doveva venire questa maledetta lombalgia??? Noo non posso assolutamente rischiare di compromettermi la vacanza, quindi seguo a modo i consigli del dottore, prendo tutte le medicine, mi riposo……ma un dolcetto? Lo faccio? Uno facile, facile che non mi farà fare nemmeno un pò di fatica?
Ma si dai, e poi mi faccio aiutare da cuochetta Alissa che mi fa anche da modella per le foto  ;-).   Buona coccola dolce a tutti, noi la mangeremo domani a colazione. 

torta semplice di yogurt e fragole

 

(altro…)

Cake al te’ matcha e cioccolato bianco

Matcha-white chocolate cake

Le mie figlie adorano il tè, spesso la loro colazione è proprio una profumata e fumante tazza di tè,  tortine o biscottini burrosi.  E allora ho pensato perché non provare ad unire le due cose e vedere cosa ne viene fuori? Avevo già usato il tè matcha nelle ganache e mi era piaciuto molto il gusto intenso e particolare che dava al cioccolato con cui si legava, ho voluto quindi preparare un buon cake da colazione usando proprio il tè matcha ed il cioccolato bianco. 

I cakes sono semplici da fare, richiedono poco tempo e danno sempre delle belle soddisfazioni, poi si possono ingolosire ulteriormente con una buona spalmatina di confettura, miele, crema di nocciola…..Noi questo lo abbiamo gustato così nella sua semplicità  con una tazza di profumato te alla cannella, davvero buono vi assicuro, se avete un pò di questa fantastica polverina verde provatelo!

Matcha whitw chocolate cake

(altro…)

Cake salato al gruyere e strolghino

Pasticceria salata | 13 novembre 2014 | By

 

Sono proprio di fretta stamattina e come ormai da inizio settimana piove a dirotto. Quando il tempo è così uggioso mi intorpidisco anche io e la ricetta che vi lascio oggi al volo sarebbe dovuta essere postata già qualche giorno fa……ma ho preferito rincantucciarmi un pò sul divano, e poltrire qualche minuto in più nel letto mentre ascolto la pioggia scrosciante dalle finestre di casa. 
Ho fatto questo cake per la seconda ricetta di Formaggi Svizzeri quasi per caso, avevo in mente un’ altra ricetta ma poi una sera mi sono ritrovata a raccontare alle mie ragazze di quando ero bambina e con mia madre si andava a far visita ai parenti che vivevano a Procida.
Era come un piacevole rituale tutte le volte, la traversata in traghetto, la granita al limone sul chioschetto al porto, e poi il micro taxi che sfrecciava velocissimo tra gli strettissimi vicoletti dell’isola tanto che sembrava di rimanerci incastrati. La prima visita era alla zia Anna e li che mangiavo il cake al limone più buono del mondo, lei lo chiamava ” il panettone” ma era un plumcake morbidissimo e profumatissimo, semplice ma davvero speciale per me perchè accompagnato da un sacco di affetto e le risate della zia che quando ci penso mi scaldano ancora il cuore. 
Un giorno mi chiamò da parte e mi diede la sua ricetta, l’ho rifatta tante volte ma il sapore di quello fatto da lei non l’ho più sentito. E allora sulla base di quella ricetta me ne sono inventata una salata, perchè il cake al limone  più buono del mondo resterà per sempre della zia Anna, ma questo vi assicuro è una trasformazione di tutto rispetto. 
Oltre al gruyere che gli regala un sapore inteso e gustoso, ci sono le noci, i pomodori secchi e lo strolghino che è un tipoco salame dalla forma stretta e allungata ricavato dal culatello ed è tipico della zona in cui vivo tra Parma e Reggio Emilia.
Il gruyere è davvero fantastico, pensare che l’ho scoperto solo recentemente,diciamo che è il cugino dell’ emmentaler ma non ha i buchi, il sapore è più ricco e la consistenza più corposa. Adesso non mi resta che provarlo nella fondue di cui è il re.

 

Cake salato al gruyere, strolghino, noci e pomodori secchi
Dosi per un cake da 23 cm

Ingredienti
350 grammi di farina
3 uova medie
150 ml di latte
40 ml di olio extravergine
1/2 cucchiaino di sale
Pepe qb
1 bustina di lievito per torte salate
scorza di limone grattugiata
10 Pomodorini secchi
10 gherigli di noci
Timo e rosmarino secchi
100 gr di gruyere grattugiato
100 g di salamino strolghino

Preparazione

In una ciotola capiente inserite tutti gli ingredienti liquidi, il latte , le uova e l’olio, sbattete un po’ con delle fruste anche manuali e poi insaporite con sale, pepe e aromi.
Setacciate insieme la farina e il lievito e poi unite a pioggia al composto liquido sempre mescolando.
Quando è ben tutto amalgamato potete aggiungere il gruyere grattugiato e tutti gli altri ingredienti tagliati a piccoli pezzettini. Mescolate con una spatola per dividere equamente il ripieno in tutto il composto e versate in uno stampo da cake già oleato ed infarinato.
 
Infornate a 200° gradi forno statico i primi 10 minuti, poi abbassate la temperatura a 170° e mettetelo su ventilato , cuocete per altri 25 minuti circa. 
Se la parte superiore tende a colorire troppo, copritela con della carta alluminio.
 
Sfornate, lasciate intiepidire e affettate. Buonissimo sia tiepido, perché sentite il formaggio filare ed è una meraviglia, ma ottimo anche il giorno dopo. Tiene benissimo un paio di giorni se non più conservato in carta per il pane.
 

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Formaggi Svizzeri in collaborazione con Peperoni e Patate
“NoiCheeseAmo”

 

Mini cakes alle mele speziate

Questo autunno ci sta regalando ancora delle giornate bellissime, le temperatura fresche del mattino lasciano presto il posto ad un sole che riesce ancora a scaldarci con i suoi timidi raggi, e sono contenta perchè qui da me l’estate è stata davvero capricciosa, almeno l’autunno ci sta coccolando un pochino. Lo so che non durerà molto ma noi intanto ci godiamo questo tepore ma anche i suoi primi deliziosi frutti e sapori, le castagne , i melograni, le mele…..
Era un sacco che volevo provare le tortine di mele montate di Luca Montersino, le vedo un po’ ovunque per i blogs  e io adoro le mele nei dolci, è strano perchè è uno di quei frutti che proprio non mangio volentieri purtroppo, ma nei dolci mi fa impazzire. E allora ho preso il libro ho preparato gli ingredienti e poi ho personalizzato la ricetta in corso d’opera, mi succede rarissimamente con Montersino perchè lui è perfetto per me, ma mi è esplosa la vena creativa e non ho saputo trattenermi 🙂
Le tortine sono diventate mini cakes, le mele sono finite anche nell’impasto e le ho rese aromaticissime con spezie e zucchero muscovado, il rum è diventato liquore all’arancia così come le zeste. Ho sostituito una piccola parte della farina 00 con farina di riso perchè mi piace la friabilità che conferisce ai dolci. E poi ho caramellato tutto con muscovado e cannello.
Le ho adorate, credetemi se vi dico che erano fantastiche, abbiamo smesso di mangiarle quando erano finite!
 

Mini cakes di mele speziate
Ingredienti per 6 mini cakes
250 g di burro
200 g di zucchero a velo
80 g di tuorli – circa 5 tuorli di uova medie
160 g di albumi – circa 5 albumi di uova medie
200 g farina 00

50 g di farina di riso
1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
15 g di liquore all’arancia

cannella, cardamomo, noce moscata, anice stellato
mezza scorza di arancia grattugiata
2 cucchiai di zucchero muscovado
2 o 3 mele  
Preparazione

Lasciate il burro a temperatura ambiente almeno per 3 o 4 ore prima di lavorarlo, se troppo freddo il burro non monta. 
Tagliate le mele a cubettini e “conditele” con le spezie, quantità a piacere e un cucchiaio di zucchero muscovado e lasciatele insaporire.
Iniziate a montare il burro da solo e quando sarà facilmente lavorabile con le fruste, aggiungete lo zucchero a velo, Continuate a montare fino a quando il composto avrà incorporato aria e sarà sbianchito e diventato spumoso e soffice. Unite poi i tuorli e il liquore all’arancia, in mancanza va bene succo d’arancia. Aggiungete le farine  setacciate con il lievito e la scorza di arancia, poi unite una manciata delle mele che avete speziato in precedenza.
Adesso potete incorporare   gli albumi montati a parte con un pizzico di sale. Versate il composto negli stampi da mini cakes  precedentemente imburrati e infarinati, fino a riempirli per 3/4. Sistematevi sopra il resto delle mele.
Infornate a 190° forno statico per 20 minuti circa.
Una volta cotte lasciatele raffreddare alcuni minuti, cospargete con un pò di zucchero muscovado e fiammeggiate con un cannello.

Con questa ricetta partecipo al contest di Vanessa della Baita dei Dolci  Spazio alle spezie

Partecipa alla raccolta "Spazio alle spezie"

E anche alla raccolta di Simona di Love Cooking  Apple Sweet and Salty

Volete partecipare alla mia raccolta dedicata alle mele?

Cake ai tre colori di Alissa

Oggi post speciale, ho una “guest star” qui con me a presentare il suo dolcetto! La mia cuochetta Alissa e la sua cake ai 3 colori.  
L’altro giorno sono tornata a casa da lavoro e ho trovato sul tavolo della cucina questo dolce, bella sorpresa vero? Peccato che mi aspettavo di trovare la dolce creatura con la testa nei libri a prepararsi per l’imminente esame di terza media!!! E invece l’ho trovata con macchina fotografica a tracolla e un sorriso a 32 denti tutta fiera della sua opera :).
“mamma mi sono preparata la merenda, ti piace?”………e la creatura aveva bisogno di un bel carico di energie per iniziare a studiare a quanto pare!
“Be tutto sommato non è male……è carina……è proprio mooolto carina. La pubblico”
” Si mamma! ma ci voglio la mia firma!  🙂
Ed ecco il cake di Alissa con tanto di firma. La ricetta è quella di Donna Hay dal libro Classici 2, e devo dire che la mia cuochetta è stata davvero brava, era buonissimo…..si è meritata l’ospitata a pieni voti non pensate?
 

 

Cake Marmorizzata ai tre Colori
(di Donna Hay)

Per uno stampo a ciambella di 25 cm di diametro
Ingredienti
250 g di burro morbido
280 g di zucchero semolato
semi di vaniglia vaniglia
4 uova
300 g di farina
2 cucchiaini e 1/4 di lievito
250 ml di latte
colorante rosa
30 g di cacao setacciato
2 cucchiai di zucchero semolato in più
1 cucchiaio di latte in più
una manciata di mirtilli freschi

Preparazione

Scaldate il forno a 160°. Montate con le fruste o in planetaria il burro, lo zucchero e la vaniglia fino ad avere un composto cremoso e leggero. Unite le uova una alla volta e setacciate la farina e il lievito sul composto alternandole al latte e infine i mirtilli.
Dividete il composto in tre parti uguali e in una unite il cacao sciolto nel cucchiaino , nell’altra il colorante rosa e l’ultima lasciatela al naturale.
Imburrate lo stampo e versateci il composto a cucchiaiate alternando i 3 colori poi formate delle onde con il coltello per avere l’effetto marmorizzato.
Infornate per 50/55 minuti verificando la cottura con uno stecchino. Poi sfornate, fate raffreddare su una griglia. Decorate con cioccolato fuso e mirtilli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cake di mandorle e zucchero muscovado

 

Oggi avrei voluto postare qualche foto della mia mini vacanza in Alsazia e raccontarvi qualcosa dei posti che ho visto ma mi sa che rimando alla prossima volta, devo ancora sistemare a modo le mie foto sparse tra telefonini e fotocamera…..e questo week end ho voluto dedicarlo alla casa, tra qualche riassetto generale, le lavatrici e i panni da stirare insomma il tempo è passato così.
Domenica la mia cuochetta ha deciso di rimettersi il grembiule  e ci ha preparato una deliziosa pasta al ragù di salsicce funghi e asparagi ma poi mi ha detto << il dolce però tocca a te mamma>>……non avevo voglia di fare qualcosa di complicato o che mi prendesse troppo tempo, c’era ancora una pila di panni che aspettava e allora ho iniziato a sfogliare una delle riviste di cucina che ho preso in Francia (Saveurs) e c’è stato il colpo di fulmine :)……delle deliziose tortine allo zucchero muscovado, preparazione velocissima ma soprattutto prevedeva l’utilizzo di quello  zucchero che avevo comprato qualche giorno prima e che volevo assolutamente provare.
L’ultimo giorno della mini vacanza ho fatto una tappa ancora versione mangereccia a Eataly Milano, ero stata a quello di Roma, immenso e meraviglioso e mi era piaciuto molto girare tra quei scaffali pieni di delizie e prodotti che difficilmente si trovano altrove, alcune vere eccellenze della gastronomia italiana e non.
Un pò più piccolo quello di Milano ma bellissimo ugualmente, sono riuscita finalmente a trovare la paprika affumicata!!! era tanto che la cercavo e tra i vari acquisti avevo messo nel carrellino anche un pacco di zucchero muscovado , che anche quello non trovo facilmente….. mentre giravo mi ha fermato un signore che ha sbirciato nel mio carrellino e si è complimentato per il mio acquisto dicendomi che da quando anche lui e sua moglie hanno scoperto questo tipo di zucchero lo usano per i loro dolci e ogni volta se ne  deliziano del sapore e del profumo!  Bellissimo vero?  Mi è piaciuto il modo di condividere con me, una perfetta sconosciuta, una pensiero così carino.
E allora non potevo non iniziare da qui, il cake è meraviglioso, davvero. Probabilmente è proprio lo zucchero che gli regala una gusto e una croccantezza unica, lo hanno apprezzato tutti in famiglia ed è una di quelle ricette che ti fa venir voglia  di rifare assolutamente per il minimo sforzo e la massima resa. Provatelo è super!

 

Cake alle mandorle e zucchero muscovado
(per uno stampo da 20 cm di diametro e 5 tortine )

Ingredienti:
375g di farina 00
250g di burro fuso
250 g di zucchero muscovado
125 g di mandorle in polvere
4 uova medie
10 g di lievito per dolci
1 arancia succo e zeste
zucchero semolato


Preparazione:
Accendere il forno a 180°.

Imburrare lo stampo e gli stampini, non serve se sono in silicone.
In una boule capiente mescolare la farina setacciata con il lievito, lo zucchero e la farina di mandorle.
Unire quindi il succo dell’arancia, le zeste, il burro fuso e amalgamare bene usando delle fruste elettriche, versare a filo le uova precedentemente sbattute e continuare a mescolare con le fruste a velocità medio/alta per qualche minuto.
Versare il composto negli stampi e cuocere le tortine piccole per circa 25 minuti, la torta più grande almeno 40 minuti.
Sfornare e ancora calde spolverare di zucchero semolato.