Dolci in Boutique è stato approvato dalla F.I.P.

Senza categoria | 19 aprile 2013 | By

Il mio post di oggi non è una ricetta ma una dolcissima comunicazione, Dolci in Boutique è stato approvato dalla Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria!
E come non esprime la mia gioia all’arrivo della e-mail della federazione e alla lettura di questo: “Abbiamo visionato il suo blog e le inviamo i Nostri più sinceri complimenti per il suo operato, iniziative e gli spledidi scatti pubblicati”
Grazie F.i.P! Ma che cosa è la FIP e che cosa c’entra il mondo dei foodblogger con loro? 
Lo scopo della FIP è quello di unire in modo capillare tutte le realtà esistenti sul territorio ( scuole, grossisti, associazioni, imprese del settore pasticceria, gelateria, e cioccolateria ), per rafforzarne la collaborazione ed ottenere la crescita di tutto il settore e dei prodotti Made in Italy, tutto questo anche attraverso la formazione professionale, l’organizzazione di eventi, fiere, manifestazioni, la promozione e lo sviluppo del comparto artigianale tipico di ogni regione d’ Italia.
Da qualche tempo hanno pensato di estendere la loro attenzione anche al mondo dei foodblogger, visto la realtà sempre più crescente e presente di questa categoria di appassionati per cui questa collaborazione ci regalerà oltre a visibilità e conoscenza anche tutta una serie di iniziative ed eventi che si svolgeranno anche dal vivo e che arricchiranno sicuramente di conoscenze ed esperienze umane noi foodblogger.
E allora grazie FIP e che l’avventura abbia inizio!

Lattughe o chiacchiere del Maestro Massari….e racconti riminensi

Dolci fritti | 13 febbraio 2013 | By

 
 
Oggi trascrivo una ricetta così come è in originale, sono le lattughe del Maestri Iginio Massari, tratte dal suo libro “Non solo zuccheri” secondo volume, non avrei potuto cambiare nulla, le ricette del Maestro sono intoccabili :).  Piccolo dubbio: la farina impiegata, lui dice 00 forte, io ho provato ad usare un 50% 00 e 50% manitoba, non so se è giusto così comunque erano buonissime, sottili e friabilissime, non hanno fatto molte bolle, forse le avrei volute più bollose ma per un puro fattore estetico….la bontà non si discute 🙂
E dopo la ricetta una piccola sorpresa!
 
 
Le lattughe o
chiacchiere di Iginio Massari ( tratte dal libro “ Non solo zuccheri 2”)
 
Ingredienti:
250
grammi di farina 00 forte
90  grammi di uova intere
30 grammi di zucchero
30 grammi di burro
25 grammi di marsala secco
pizzico di sale
buccia di mezzo limone
 
Procedimento:
Mettere tutti gli ingredienti in
una piccola impastatrice o planetaria, lavorare a bassa velocita’ con il gancio
e formare un impasto molto sostenuto e liscio. Coprire la pasta con un
cellophane per evitare che si formi una crosticina sulla superficie. Stendere
la pasta sottilmente e tagliarla in rettangoli di circa cm 15×8, inciderli al
centro., formare due tagli e passare la pasta nel taglio piu’ lontano.
immergere queste forme nell’olio bollente a 175° girandole con un mestolo forato
quando la parte sottostante sarà dorata, per ottenere lo stesso colore nella
pasta ancora non cotta. Prestare molta attenzione perchè la cottura sarà
veloce. Posizionare su un reticolo per scolare l’olio in eccesso e spolverare
con zucchero velo vanigliato prima di servire.
P.S.

Il Maestro Massari nel sua pagina facebook ci suggerisce di passarle
qualche minuti in forno caldo per aumentarne la croccantezza

 
 
 
 
Ed ora un piccolo spazio che lascio volentieri alla mia
collega di avventure riminensi ( Sigep 2013), le sue impressioni e le sue idee
sulla meravigliosa kermesse di qualche settimana fa…Seguiranno alcune foto
della giornata,
 
Eccoci ci siamo, carichi ed
entusiasti nel affrontare lo scenario di una delle piu’ belle fiere del mondo
dedicato alle 7 eccellenze agroalimentare italiane: il gelato, la pasticceria,
il cioccolato, il caffe’ , pane, pasta e pizza (detta anche arte bianca).
Per me diventa evidente come questa manifestazione esalta la creativita’ e la
professionalita’ dell’arte dolciaria italiana con tante gare, dibattiti, corsi
e degustazioni (molto gradite dalle sottoscritte).
Una delle sezioni più importante della fiera e’ rappresentata dal settore
dedicato al gelato artigianale. I diversi gusti, nuovi e classici mi hanno
fatto impazzire di gioia. La gara del Tondo Challenge cioe’ la coppa perfetta e
la partecipazione di Vissani con alcune ricette esclusive sono state uno dei
momenti clue di questa bellissima manifestazione.
La diffusione di questo alimento fresco e di alta qualita’, riconosciuto come
eccellenza italiana nel mondo apre uno spiraglio di sicuro impiego giovanile.
Nella pasticceria italiana invece, nonostante la bravura, la creativita’ e la
professionalita’ di molti  esperti ed
amatori, rimangono purtroppo delle zone d’ombre, una delle quali è l’ancora
poca accessibilità a tutti coloro che trasformerebbero molto volentieri la
propria passione in professione. I costi dei corsi spesso molto alti sono un
impedimento non da poco.   
La “democratizzazione”
di questa meravigliosa arte e’ stato appunto l’argomento  affrontato dal mitico ed eloquente Maestro
Maurizio Santin. L’intervento di questo famoso pasticciere ha evidenziato la
necessita’ di far si’ che l’arte dell’alta pasticceria diventi raggiungibile ed
alla portata di tutti coloro che esprimono passione per questo settore.
Era un piacere immenso vedere giovani talenti sfidarsi nei vari concorsi, e
soprattutto vedere le facce meravigliate dei visitatori italiani e stranieri
davanti a sculture di cioccolato, zucchero e di cake design.
Mi rattrista che lo Stato Italiano non fa nulla per stimolare queste
professioni artigianali riconosciute come il meglio del Made in Italy.
Grazie Angela per avermi dato quest’ opportunita’ per esprimere la mia
opinione.
 
Beatrice 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Evento “Ice Fusion in cucina” Le Tamerici

Senza categoria | 26 settembre 2012 | By

Il week end che è appena
trascorso è stato sicuramente uno dei più piacevoli degli ultimi mesi  e devo dire che è caduto a pennello visto il
morale non proprio altissimo che mi sono ritrovata in seguito a situazioni  varie un po’ pesantucce.
Avevo già accennato sul blog
qualche tempo fa quando mi sono cimentata nella decorazione con la pasta di
zucchero che mi serviva per far pratica e infatti tutte le sere della scorsa
settimana le ho praticamente trascorse a preparare tre torte decorate a tema
musicale per il buffet dolce allestito per l’Early Music Festival di Parma.
E’ stato impegnativo senz’altro
ma mi sono divertita tantissimo e ne è valsa sicuramente la pena  visti gli apprezzamenti di tutti i miei
ospiti. Vi mostro la foto della torta liuto per ora, per le altre torte spero
di riuscire a postarle più avanti….ho avuto un piccolo problema con la scheda
di memoria della mia Canon che spero di risolvere.
Il giorno dopo io, marito e
cuochetta siamo partiti per Mantova, ospiti delle mitiche “Le Tamerici
Per chi ancora non ne avesse sentito
parlare Le Tamerici è una fantastica azienda 
fondata oltre 20 anni fa da Paola Calciolari sulle basi di un grande
amore per la cucina, l’azienda infatti nasce proprio come scuola di cucina,  successivamente si da’ vita ad una ricca
produzione di specialità gastronomiche con l’utilizzo accurato di materie prime
tipiche del territorio e la vendita delle stesse al pubblico.
Siamo stati i primi ad arrivare…eh
non vedevo l’ora di partecipare al mio primo evento da foodblogger J
Ci hanno accolto con grande garbo e allegria Ezio Zigliani giornalista e
fotografo e Alessandra, mentre aspettavamo l’arrivo degli altri invitati ho
visitato il  negozio e constatato che i
loro prodotti sono tutti una tentazione meravigliosa, le conserve di frutta e
di verdure, le gelatine, le confetture, le mostarde, il rispetto della
tradizione e allo stesso tempo la ricerca dell’innovazione si combinano magicamente assieme  attraverso l’utilizzo di un prodotto
qualitativamente eccellente  dando origine ad
un repertorio di produzioni che vorresti assaggiare tutto e subito J
E l’assaggio c’è stato, prima con
una golosa merenda di pane e marmellate….
e poi con un pranzo eccellente che ha
fatto seguito al corso di cucina e “astuzie”  tenuto da Paola e lo chef Gianfranco Allari
I protagonisti della giornata e
delle  ricette proposte sono state le
confetture Ice Fusion Mambo( mambo e chili) , Bolero (papaya e frutto della
passione) e ChaCha ( cocco e ananas) : la fusione golosa della freschezza della
frutta esotica con il calore dell’estate caraibica.
Sono riusciti ad allestire un
menu prelibatissimo utilizzando queste composte così innovative ed esotiche con
piatti molto tradizionali quali dei ravioli al ragù d’anatra o delle costine
grigliate , creme bruciate, bavaresi , cocktails, aperitivi  e tanto altro ancora.
Va da se che dopo tanta creatività in cucina la voglia di provare a fare qualcuno dei miei adorati dolcetti con queste eccentriche confetture è davvero incontenibile…..ho già un sacco di idee !!
Da Paola ho imparato come va
cotta perfettamente la patata senza la buccia si spacchi, quanto sia importante il riposo e la lavorazione
ridotta al minimo della pasta fatta in casa, la differenza tra un raviolo e un
tortello e in che modo chiuderli perfettamente per evitare che si aprano in cottura e ci siamo anche cimentati a farli!
Altra chicca della giornata il
mini corso di cucina per i mini pasticceri, la mia cuochetta in compagnia dei
bimbi di altre mamme del food ci hanno preparato dei buonissimi dolcetti sotto
la supervisione attenta e simpaticissima delle maestre cuoche
Ho conosciuto finalmente alcune
mie “colleghe” della  blogosfera , è
stato molto simpatico poter condividere le nostre esperienze soprattutto quando
si è accomunate da un’unica forte
passione per la cucina, saluto da qui Anna di I manicaretti di Annarè e Lara di  La barchetta di carta di zucchero per le piacevolissime
chiacchiere.
Sono tornata a casa felice e
rilassata…….un grazie grandissimo a Paola, Ezio….a tutte Le Tamerici.
P.S. questo è il loro link http://www.letamericisrl.com/ , date
un’occhiata e anche di più, è tutto superlativo!