Cupcake pulcini per Taste&More

Cupcake pulcini
 

 

Ed eccoci con il nuovo numero di Taste&More!  E’ già in rete che aspetta di essere sfogliato e anche stavolta è ricchissimo di spunti, idee e ricette fantastiche che ci annunciano il prossimo arrivo della primavera. 
In questo numero anche una sezione dedicata ai cupcakes di Pasqua, quelli con tante decorazioni a tema che potrete sbizzarrirvi a provare magari assieme ai bimbi. 
Qui vi riporto la ricetta dei miei cupcakes al cioccolato e menta con alcune decorazioni in pasta di zucchero ispirate ai pulcini e alle gallinelle 🙂
Ma per tutte le altre ricette non perdetevi Taste&More, anche stavolta le ragazze hanno fatto meraviglie!
 
 
 
Cupcakes di Pasqua menta e cioccolato
Ingredienti per circa 15 cupcakes
Write a review
Print
Ingredients
  1. 3 cucchiai di yogurt bianco
  2. 2 uova medie
  3. 160 ml di olio di semi di arachide o olio di riso
  4. 260 g di zucchero semolato
  5. 260 g di farina 00
  6. 25 g di farina di cacao amaro
  7. 50 gr di cioccolato fondente a pezzettini
  8. 4 g di bicarbonato di sodio
  9. 1 puntina di coltello di lievito per dolci
  10. 1 cucchiaio di sciroppo alla menta
  11. 1 pizzico di sale
  12. 150 g di mascarpone
  13. 150 g di panna fresca da montare
  14. circa 4 cucchiai di zucchero a velo setacciato
  15. 1 cucchiaio di sciroppo di menta
  16. Qualche goccia di colorante alimentare verde
Instructions
  1. Mettete in una ciotola l’olio, le uova sbattute, lo yogurt, lo sciroppo di menta e lo zucchero e amalgamare con un cucchiaio di legno.
  2. In un’altra ciotola riunite tutti gli ingredienti secchi: la farina setacciata con il bicarbonato e il lievito, il cacao amaro, il sale. Mescolare bene.
  3. Mescolate ed amalgamate le due preparazioni ma senza lavorare troppo il composto.
  4. Aggiungete in ultimo i pezzettini di cioccolato fondente ed amalgamate.
  5. Trasferire l’impasto in pirottini di carta precedentemente posizionati nelle cavità di uno stampo per muffin (riempire fino a 2/3) e cuocere in forno a 170°C per 25 min circa Sfornare e lasciare raffreddare.
Per il frosting
  1. Mettete in una ciotola il mascarpone, la panna liquida e lo sciroppo di menta freddi di frigorifero e lo zucchero con le gocce di colorante, montate per alcuni minuti fino ad avere la giusta consistenza da usare in sac a poche. Con una bocchetta a stella o a petali decorate la sommità dei muffins come se fossero dei ciuffetti di erba.
Notes
  1. Per la decorazione
  2. pasta di zucchero bianca per modelling
  3. coloranti alimentari giallo, arancione, blu.
  4. Con la pasta di zucchero modellate i pulcini e la gallinella e adagiateli sui cupcakes già glassati.
Dolci in Boutique http://www.dolcinboutique.ifood.it/
 
 

 
 
 

 

E visto che siamo proprio in tema, con questa ricetta partecipo al contest della mia amica Alessandra
di Dolcemente Inventando “Sapori di Pasqua e colori di primavera”

 

La Pastiera……Buona Pasqua!

 

Sabato di Pasqua e non potevo che lasciarvi i miei dolcissimi auguri con il dolce che seconda la tradizione della mia terra più la rappresenta, la pastiera.
Ho già postato la ricetta della pastiera qui, questa versione non si differenzia molto da quella di cui vi ho già dato la ricetta, ho fatto solo alcuni piccoli accorgimenti che con l’esperienza sono riuscita a mettere a punto, come una frolla più adatta a contenere una gran quantità di ripieno abbastanza liquido, quindi con una maggior quantità di albume che dona più struttura e resistenza al guscio e la preferenza del metodo sabbioso a quello classico. Per il ripieno ho aumentato leggermente le quantità della ricotta sul grano, mi piace sentirne in bocca il sapore e aggiunto un paio di tuorli alle uova sempre per accentuarne i sapori. 
La tradizione partenopea vuole che si inizi a preparare le pastiere almeno 3 giorni prima di Pasqua perchè questo è un dolce che ha bisogno di un pò di tempo affinchè i sapori si amalgamino perfettamente e diano il meglio di se… un pò come i macarons che sono spettacolari dopo 2 giorni dalla farcitura 🙂
Io non sono riuscita ad anticipare il post per tempo per  cui se volete provare la mia ricetta la degustazione sarà leggermente fuori tempo massimo,  ma poi chi lo dice che la pastiera si mangia solo a Pasqua? Le cose buone si mangiano quando si ha voglia di coccolarsi un pò e non ci sono restrizioni di sorta 🙂
E adesso gli auguri di una Pasqua serena e dolcissima a tutti voi che siete sempre i benvenuti in questo mio piccolo spazio dolce e un grazie sincerissimo di cuore perchè mi avete insegnato che non bisogna avere paura, che mettersi in gioco e condividere paga sempre, lo avevo scritto in questo post di inizio anno che desideravo dare una svolta positiva a queste mie pagine che era arrivato il momento di mollare i freni e correre…..e adesso mi sembra quasi di volare….grazie di cuore amiche di blog!
 

Pastiera di grano

Per la pasta frolla (per 2 stampi di 26 cm di diametro)
500g di farina 00
250g di burro freddo oppure 200g di burro + 40 g di strutto
170g di zucchero a velo
1 uovo e 1albume
grattata di scorza di limone q,b,

Procedimento:

Prima di iniziare a preparare la frolla, togliere il burro dal frigo 10 minuti prima e tagliarlo a piccoli pezzettini.
Procediamo con il metodo sabbioso in questo modo: mettiamo la farina a fontana sul piano di lavoro, il burro freddo a pezzettini in centro e iniziamo a sfregare con i polpastrelli i due composti. Dopo qualche minuto avremo ottenuto un composto sbriciolato quasi come fosse sabbia, abbiamo impermeabilizzato la farina con il burro rallentando quindi la formazione del glutine e aumentandone la friabilità. Uniamo adesso tutti gli altri ingredienti e lavoriamo appena il tempo di rendere uniforme l’impasto e compattarlo. Avvolgiamolo in pellicola e mettiamo in frigo almeno 30 minuti. Riprendiamo  l’impasto e lo dividiamo in 3 pezzi, due più grandi ci serviranno per foderare le tortiere (imburrate e infarinate) e l’altro più piccolo per fare le strisce da mettere sopra. Mettiamo le tortiere così foderate in frigo ancora qualche minuto.
 

Per il ripieno:
150 ml di latte intero
30 gr di strutto
400 g di grano precotto
la scorza grattugiata di mezzo limone
600 g di ricotta di pecora
500g di zucchero semolato
4 uova intere e 2 tuorli
50 ml di acqua di fiori d’arancia, cannella a piacere e vaniglia essenza.

Procedimento:

Mettiamo in un pentolino che andrà sul fuoco il latte , lo strutto e il grano . Facciamo cuocere per 30 minuti a fuoco lento, il latte di deve completamente assorbire e il composto diventare cremoso. Lasciamolo raffreddare.
Nel frattempo prepariamo la crema di ricotta unendo tutti gli altri ingredienti insieme e mescolando alcuni minuti con delle fruste elettriche, incorporiamo anche il composto di grano ormai freddo e versiamo nelle tortiere rivestite di frolla fino a 1 cm dal bordo, questo perchè in cottura il composto si alza . 
Tagliamo delle striscioline di frolla con l’impasto rimasto e decoriamo a reticolo.
Mettiamo in forno statico a 180° per 1 ora e 15 minuti circa, vi accorgerete dalla colorazione dorata la cottura ultimata.
 

 

 

 

Hot Cross Buns al cacao uvetta e gocce di cioccolato

Lievitati | 15 aprile 2014 | By

 

Eccoci alla ricetta  della Re-cake n. 7  del mese di aprile. Per me è la seconda partecipazione a questa carinissima iniziativa mensile che prevede il rifacimento, da parte di tutto il gruppo RE-cake, di un dolce diverso ogni mese. A scegliere di volta in volta il tema del mese sono le nostre capo gruppo : Elisa. Sara. Silvia, Miria e Silvia
Ogni mese ci sarà una speciale guest star che incoronerà la ricetta Re-Cake del mese.
Naturalmente c’è il nostro gruppo di riferimento su  facebook, che aspettate ad unirvi a noi? 
Ma veniamo alla ricetta, Hot Cross Buns, ossia paninetti semidolci che molti Paesi anglosassoni  usano preparare per il periodo pasquale, precisamente il venerdì santo. Io li avevo già preparati qualche  tempo fa qui nella versione più classica, ho voluto quindi riprovare con una variante un pò più golosa al cacao e gocce di cioccolato, per il resto mi sono attenuta alla ricetta prevista dalla Re-cake del mese.
Sono paninetti molto versatili , li possiamo mangiare al naturale o farcirli a nostro piacimento, io ho usato una confettura di ciliegie che ci stava benissimo col sapore del  cacao.
A noi sono piaciuti molto anche in questa versione dark, vi lascio la ricetta e non resta che pensare adesso alla nostra tradizione di Pasqua…..corro a preparare un buona pastiera 🙂

Hot cross buns al cacao

Ingredienti per i paninetti (12/15)
90 g di burro sciolto e freddo
140 ml di latte intero
100 g di zucchero semolato
16 g di lievito di birra
1 cucchiaino di sale fino
 buccia di 1/2 limone
 buccia di 1/2 arancia
2  uova medie leggermente sbattute
230 g di farina 00
200 g di farina manitoba
30g di cacao amaro
100 g di gocce di cioccolato fondete
50g di uvetta sultanina ammollata nel rhum

Per il Bun Crossing Paste
Ingredienti
1 cucchiaio di olio vegetale
50 gr di farina
1 pizzico di sale
80 ml di acqua

Per la lucidatura dei panini

gelatina di albicocche

Procedimento

Iniziamo a far sciogliere il burro e lasciarlo raffreddare, poi riscaldiamo il latte.

 

Mettiamo in planetaria, con gancio a foglia, il latte, lo zucchero, il lievito sciolto in un goccio di latte, il sale, il burro sciolto, le uova leggermente sbattute prima  e le scorze grattugiate degli agrumi

 

Mescoliamo per unire unire tutti gli ingredienti e iniziamo a versare le farine setacciate con il cacao, lasciamo andare la planetaria qualche minuto a velocità medio/bassa poi appena vediamo che l’impasto inizia a compattarsi sostituiamo la foglia con il gancio ad uncino e lasciamo che incordi.
Il composto risulterà morbido ed elastico, versiamo a questo punto le gocce di cioccolato e l’uvetta ammollata nel rhum e ben strizzata e facciamo impastare ancora per amalgamare bene tutto.
 
Adesso lasciamo lievitare l’impasto in un luogo caldo, io lo metto in forno che ho tenuto acceso un pò a 50° e poi spento, ci vorranno almeno un paio d’ore perchè raddoppi di volume.

A questo punto io ne ho ricavate 12 palline del peso di circa 85 g l’una e le ho disposte leggermente distanziate in una teglia con carta forno alla base, riposte di nuovo in forno spento e lasciate lievitare ancora 2 ore. Dopo la lievitazione i paninetti si dovranno toccare tra di loro.

Prepariamo quindi la glassa per la decorazione a croce, a me ne è avanzata molta quindi anche metà dose va più che bene, mescoliamo semplicemente tutti gli ingredienti insieme, mettiamo in una sac a poche e formiamo le caratteristiche croci su ciascun paninetto.
Informiamo a forno già caldo a 190° per 20/25 minuti.
La mia glassa di è colorita un pò troppo, per evitarlo mettete un foglio di carta argentata sui buns, appoggiandolo solo leggermete , a metà della cottura.
Adesso li lasciamo raffreddare a poi li spennelliamo con della gelatina di albicocche riscaldata leggermente. 
Li possiamo gustare al naturale o farciti con confetture, burro, cioccolato…..e buona colazione di Pasqua. 

 

 

 

 

 

E con questa ricetta partecipo alla RE-Cake n. 7  del mese di Aprile

 

Briochine del venerdì santo : Hot cross buns

Lievitati | 27 febbraio 2012 | By

Infondo non manca poi tanto alla Pasqua e allora possiamo cominciare a fare qualche prova tecnica di  preparazione…e ce ne sarebbero cosette buone da preparare, anche l’aria in questi giorni di fine febbraio sembra più dolce, i profumi si fanno più intensi, le giornate più luminose…..e aspettiamo con ansia il ritorno della primavera.
Questi bei paninetti dolci li ho notati per la prima volta qualche anno fa a Londra, era aprile e quindi periodo pasquale. Li ho provati ma a dire il vero non mi hanno entusiasmato molto, eppure ne vedevo in giro ovunque e allora a casa ho cercato la ricetta, li ho riprodotti e stavolta si che li ho trovati veramente buoni, appena sfornati sono irresistibili, morbidissimi, il tenue aroma di cannella e la dolcezza dell’uvetta gli danno sicuramente un tocco di personalità in più e la particolarità di quegli incrocini di pasta croccante sono un pò la ciliegina sulla torta :).
Sono ottimi anche dopo qualche giorno magari riscaldati e farciti con della marmellata.
Ingredienti:
370 ml di latte
400 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
1 uovo grande
1 bustina di lievito di birra secco
70 gr di burro fuso
70 gr di zucchero
una manciata di uvetta sultanina
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di spezie per biscotti
pasta per gli incroci :
50 gr di farina 00
50 gr di zucchero a velo
un po di acqua
Procedimento:
Mettere tutti gli ingredienti in una planetaria con il gancio a foglia e impastare per una decina di minuti circa, si può usare anche la macchina del pane usando il programma solo impasto, il risultato è eccellente.
Se usiamo la planetaria lasciamo lievitare un paio d’ore, io ho messo l’impasto nel forno spento.
Al termine della lievitazione sgonfiamo l’impasto , impastiamo un po a mano e ricaviamone circa 16 palline o anche qualcuna in più, le mettiamo una una teglia rettangolare rivestita di carta forno e le lasciamo lievitare ancora 1 ora circa.

Nel frattempo prepariamo l’impasto per gli incroci, mescoliamo lo zucchero, la farina e aggiungiamo un pò d’acqua fino ad avere una pasta densa al punto da poterne ricavare delle strisce sottili da mettere sulle palline ormai lievitate.
Adesso inforniamo a 150° statico per circa 40 minuti, se gli hot cross in forno scuriscono troppo coprirli con un foglio di alluminio. Volendo si possono glassare con del miele. Pronti per essere gustati anche caldi, sono buonissimi.

Con questa ricetta partecipo al contest Pasqua Lievitata di Abaut Food

PASQUA


Sua Maestà la Pastiera napoletana!

Crostate-pie-tarte | 18 febbraio 2012 | By

Qualche impegno di troppo in settimana e mi è toccato
trascurare un po’ i miei amati dolcetti. Non c’è dubbio alcuno, amo tantissimo
creare queste meraviglie di dolcezza, non è che mi riesca sempre tutto come
dovrebbe, questo è certo, ne ho combinati di pasticci e ne combino
ancora…naturalmente quelli non saranno mai esposti in bella vista nella mia
boutique 😀 ma mi sono serviti anche i disastri, infondo sbagliando si impara!
Oggi il mio post è proprio un classico dei classici della
pasticceria napoletana, sua maestà La Pastiera.
Ce ne saranno a migliaia di ricette in giro, sul web, nei
libri, un po’ ovunque e c’è sempre qualcosa che fa la differenza o qualcuno che
assicura che quella finalmente è la ricetta giusta, quella originale.
Ma io non credo ci sia la ricetta giusta per la pastiera,
infondo sono quei pochi ingredienti combinati assieme che creano una amalgama
di gusto veramente speciale e gradevole.
Naturalmente a seconda del proprio gusto si cerca di
ricrearne le caratteristiche più gradite, più dolce o con meno zucchero, con i
canditi o senza, con la crema pasticcera mescolata alla crema di grano o
assolutamente senza….e tanto altro ancora.
La mia ricetta è il frutto naturalmente di diverse prove e
assaggi, e devo dire che è già da tanto che non la cambio e mi piace così e lo
confermano anche tutti i miei assaggiatori di turno…ma su questo dovete
credermi sulla parola:D
La frolla ha la caratteristica di essere friabile, qualità
datagli da una percentuale di strutto che addiziono al burro, ma di rimanere
comunque ben solida e adatta ad un impasto liquido da contenere e portare
magnificamente a cottura. Poi c’è una piccola percentuale di amido di mais con
cui taglio la farina 00 che aiuta a contenere la formazione del glutine e
quindi evita la durezza nella frolla. L’altra particolarità è l’utilizzo di
ricotta vaccina e ricotta di bufala, molto più corposa e saporita ma va
benissimo anche una ricotta di pecora un po’ più semplice da reperire.
Un ultima nota prima di procedere con la ricetta, questa è
la prima ricetta delle tradizioni partenopee che posto in questo mio spazio ma
non sarà l’ultima, diciamo che ultimamente ho riscoperto un mondo di tradizioni
che avevo un po’ abbandonato e questo anche grazie ad alcune persone
carinissime che mi hanno incoraggiata rivelando il loro grande apprezzamento
per questo genere di pasticceria…D
Ingredienti:
per uno stampo da 27 cm
Pasta frolla (
circa 800 gr)
370 gr di farina00
30 gr di maizena
120 gr di burro e 65 gr di strutto (oppure  solo 200 gr di burro)
140 gr di zucchero semolato
3 tuorli d’uovo
50 ml di latte
1 pizzico di sale
Aroma vaniglia
                                                         
500 gr di grano precotto
300 ml di latte intero
1 cucchiaio di strutto o burro
500 gr di ricotta corposa ( mista
tra vaccina e bufala)
350 gr di zucchero semolato
50 ml di acqua di fiori d’arancio
o una fialetta di aroma
Mezzo cucchiaino di cannella
4 uova
Procedimento:
Prepariamo la pasta frolla
facendo amalgamare insieme il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, poi
in ordine aggiungiamo le uova, il latte, il sale e la vaniglia, non lavoriamo
troppo e aggiungiamo la farina. Appena è tutta incorporata formare un panetto
con le mani e mettere a raffreddare in frigo almeno 1 ora.
Intanto mettiamo il grano il
latte e il burro in un pentolino sul fuoco a fiamma molto bassa e giriamo
continuamente fino a che il latte è completamente asciugato, circa 30 minuti,
mettiamo a raffreddare.
Prepariamo la crema di ricotta,
mettiamo tutti gli ingredienti in una ciotola e mescoliamo con delle fruste
elettriche per amalgamare bene tutto, a questo punto unire il composto di grano
ormai freddo.
Riprendiamo la pasta frolla dal
frigo e ne usiamo una parte per rivestire uno stampo di circa 27 cm e alto 4, facciamo
colare all’interno la crema di ricotta e grano e poi decoriamo con le classiche
strisce di pasta frolla da crostata.
La cottura è abbastanza lunga,
circa 1 ora e 40 minuti a 160° forno statico, deve cuocere lentamente per
rimanere umida e corposa. E’ pronta quando si è colorato di un bel color
biscotto.