Scottish meat pies e Taste&-More n.12

 

Primo post del 2015 e nuovo numero di Taste&More.

Stavolta vi lascio una ricetta salata davvero particolare e buonissima, ma non vi fermate alla mia ricetta, il nuovo numero del magazine è strepitoso, rimarrete senza parole per le meraviglie che troverete sfogliandolo!
Non vi anticipo nulla per non rovinare la sorpresa…….ma corrette a guardare e poi mi direte che avevo proprio ragione.
Con questo post auguro un anno pieno di meraviglia e cose belle a tutti voi che mi fate tanta compagnia qui nel blog, ultimamente sono stata poco presente ma spero di ritornare prestissimo ai ritmi di sempre. Buon 2015 !!!
 
 
http://tastemoremagazine.blogspot.it/http://issuu.com/tasteandmore/docs/taste_more_magazine_gennaio_-_febbr?e=6542438/10779830
 
 
 
 

 

(altro…)

Pumpkin Pie….recake n. 13

Crostate-pie-tarte | 17 novembre 2014 | By

 

Dopo qualche mese di assenza ritorno con il dolce scelto per la recake di novembre, la pumpink pie, ovvero la crostata dolce di zucca e spezie.
Re-cake ormai è famosissima ma per i pochi che non la conoscessero ancora è un contest mensile dove le 5 blogger ideatrici ( Sara, Silvia, Miria, Silvia, Elisa) si divertono a scegliere un dolce, a riprodurlo personalmente e poi ci sfidano a rifare la stessa cosa con pochissime varianti, per non snaturare il dolce e tanta fantasia.
Alla fine del mese sarà scelta la re-cake regina in collaborazione con una blogger ospite che cambia di volta involta. 
Se vi va di entrare nella squadra c’è anche un gruppo facebook di riferimento!
Novembre mese delle zucche, e allora dalla tradizione statunitense ecco la pumpink pie. E’ arrivata a pennello questa sfida perché non l’avevo mai fatta prima ma mi ero riproposta di provarla assolutamente… e allora eccola qui.
Rispetto alla versione delle admin (mini pies) ho fatto una crostata grande e con gli avanzi delle mini mini pies, all’impasto ho aggiunto qualche cucchiaiata di marmellata di arance amare e nella base della frolla un pò di farina di grano saraceno. Per il resto la ricetta è quella originale.
Ho decorato il dolce con delle foglie fatte di frolla e panna montata aromatizzata alla cannella. Un sapore originale, chi non ama troppo la zucca potrebbe storcere un pò il naso, ma a noi che l’adoriamo è stata una bella scoperta la versione dolce 🙂
Sotto trovate la ricetta, in verde le mie modifiche.

 

 

PUMPKIN PIE
per una crostata rettangolare di 10/33 cm

Base frolla
200 g di farina 00
50 g di farina di grano saraceno
60 g di zucchero a velo
sale un pizzico
160 g di burro
1 rosso (io ho messo 1 uovo intero)
1 cucchiaio di panna (non l’ho messa)

Per il ripieno alla zucca:
150 g di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella
un pizzico di chiodi di garofano macinati
1/2 cucchiaino di zenzero
1/2 cucchiaino di sale
un pizzico di pepe della Giamaica o pimento (non l’ho messo)
2 uova + 1 rosso
450 gr di purea di zucca (io zucca cotta al vapore)
120 ml di panna
185 ml di latte (io ne ho messi solo 100)

80 g di confettura di arance amare (mia aggiunta)Per decorare:
panna montata

Per la base:

Unite le tue farine setacciate allo zucchero e al sale e mettetele in planetaria, aggiungete il burro a pezzettini e fate sabbiare, unite poi l’uovo e in ultimo la farina.
Mescolate solo il nesessario per far amalgamare tutti gli ingredienti, fatene una palla e mettetela a riposare in frigo 30 minuti. Poi riprendete la frolla stendetela a 3 mm circa di spessore e rivestite lo stampo già imburrato ed infarinato. Con il resto della frolla fate delle foglie che serviranno a decorare i bordi, bucherellate il fondo e rimettete in forno fino al momento di riempirla.

Per il ripieno:

Per la purea di zucca, ho cotto la zucca lavata e tagliata a fette grosse ma con tutta la buccia, in forno a 169° per 50 minuti. 
Mescolate le uova con la purea di zucca ed aggiungete  le spezie e lo zucchero.
Aggiungete poi  la panna ed il latte finchè non si ottiene  composto vellutato e liscio.Io a questo punto ho messo anche della marmellata di arance amare per irrobustire il sapore del ripieno.
Riempite la frolla con questo ripieno, decorate i bordi facendovi aderire le foglioline di frolla ed infornate per 45 minuti  180° o, comunque, finchè il ripieno non è compatto.
Fate freddare prima di servire, è ottima anche i giorni successivi conservata in frigorifero.
Decorate con ciuffi di panna montata alla cannella.

 

 

Con questa ricetta partecipo alla RE-Cake n. 13 del mese di novembre ” Pumpkin pie”

Balsamic Cherry Pie whit black pepper crust

C’è una cosa che mi piace moltissimo delle giornate che annunciano l’arrivo  dell’estate, la luce vivida che arriva già di primissimo mattino attraverso le mie finestre come a ricordarmi che è già ora di alzarsi per godersi queste ancora fresche ore mattutine.
Mi piace restare qualche minuto affacciata al balcone a guardare i colori ancora un pò sbiaditi del giorno e respirare quel silenzio così prezioso che presto si trasformerà  in suoni e rumori di un’altro giorno che inizia.
Io sono una mattiniera, mi sveglio al mattino carica e piena di energie…..che poi perdo lentamente durante il giorno….ma al mattino farei mille cose! E una cosa che mi piace moltissimo fare almeno una volta a settimana è andare al mercato prestissimo, prima di iniziare il lavoro, girare tra i banchetti ancora non completamente allestiti, sbirciare, curiosare senza che abbia in mente nulla in particolare che poi se capita quella maglietta perfetta non me la lascio mica scappare, oppure quella tovaglietta che abbina meravigliosamente alla mia alzatina.
L’ultimo giretto lo dedico al banco della frutta, e qualche giorno fa sono tornata a casa con ben 15 kg di frutta, fra albicocche, ciliegie e fragole ancora buone da gustare. Ho fatto una confettura di fragole e menta divina! Poi ne metterò la ricetta. Una confettura di ciliegie e cannella deliziosa e ne ho approfittato anche per preparare il dolce della Re-Cake del mese di giugno che non poteva che avere come ingrediente principe le ciliegie. Una pie particolare e dal sapore che rapisce al primo morso per la combinata delle ciliegie con l’aceto balsamico e il pepe della base.
Le regole per partecipare a Re-Cake sono molto semplici, Elisa,  Sara, Silvia, Miria e Silvietta, ogni mese scelgono un dolce da rifare, lo traducono, lo convertono, lo provano e poi lo propongono da rifare al gruppo Re-Cake , con la possibilità di qualche piccola modifica o personalizzazione. A fine mese ci sarà la premiazione della Re-cake più bella ma intanto ci saremo divertite tutte a pasticciare e a mangiarci le nostre torte.

 

BALSAMIC CHERRY PIE WITH BLACK PEPPER CRUST


 

Per 6 scrigni di circa 4 cm di diametro e 7 di altezza (coppapasta)
Per il ripieno

750 g  di ciliegie disossate

110 g di zucchero di canna (muscovado)
1 cucchiaio di miele
2 cucchiai di aceto balsamico
1 bacca di vaniglia (semi)
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano
35 g di farina
1 cucchiaio di maizena
2 cucchiai di burro, sciolto

Pie crust
400 gr di farina
150 gr di burro + 10 gr
1 cucchiaio di zucchero
40 ml  d’acqua fredda
sale un pizzico
1/2 cucchiaino di pepe nero macinato

Glassa:
1 uovo sbattuto
1 cucchiaio d’acqua

Preparazione

Preparate prima  il ripieno: mettete tutti gli ingredienti in una pentola a fuoco medio-alto e portate a bollore, girando ogni tanto. Abbassate il fuoco e cuocete il composto a fuoco lento per 30 minuti, girando ogni 5 minuti e facendo attenzione a non rompere le ciliege. Al termine il ripieno si sarà addensato. Togliere dal fuoco e mettete da parte. Io l’ho tenuto in frigo per qualche ora, nel frattempo ho preparato la pie crust.
Adesso preparate  la base: in una ciotola grande unite  tutti gli ingredienti secchi. Tagliate  il burro a cubetti e mettete anch’esso nella ciotola, io ho messo in planetaria con gancio a foglia.
Iniziate a mescolare, vedrete che il composto comincerà a sabbiare, iniziate quindi ad aggiungere a filo l’ acqua fredda. Appena si sarà compattato non aggiungete più acqua, mettete la base a raffreddare il frigorifero per almeno 30 minuti.
Intanto accendete il forno a 180°.
Stendete la pie crust con il matterello a circa 5 mm di altezza , ritagliate delle strisce che rivestiranno i bordi interni dei coppapasta e dei cerchi che faranno da base interna e da coperchio agli scrigni.
Rivestite di carta forno una teglia e appoggiate sopra  i coppapasta foderati alla base e lateralmente con la pie crust, riempite con il composto di ciliegie quasi fino all’orlo. I dischetti che faranno da coperchio li appoggiate sulla base della  teglia e li spennellate leggermente con uovo acqua sbattuti.
Infornate per 1h , 1h  e 10″ circa 
Fate raffreddare da 45″ fino ad 1h prima di servire.
 

 

 

 

 

Con questa ricetta partecipo alla Re-Cake n. 9 del mese di giugno :
Balsamic cherry pie
 
 

 

Minny’s chocolate pie ……al Cafè Littéraire

 

 

Quando la mia amica Ro del blog ” Nel tempo libero faccio il gatto” qualche giorno fa mi ha invitato a fare due chiacchiere nel suo salottino ho pensato subito che sarebbe stata una cosa davvero carina. Non ho mai visto un cafè littéraire dal vivo ma mi è piaciuta l’idea di incontrarsi anche solo virtualmente in un posticino accogliente pieno di libri per scambiarsi piacevolmente opinioni, impressioni su qualcosa che si è letto, o magari per leggere insieme una poesia sorseggiando un te’, una tazza di cioccolata e gustando qualche biscottino o una fetta di torta. 
Ho accettato subito il suo invito ed eccomi qui, con le sue meravigliose gattine che ci fanno compagnia e la voglia di goderci un dolce momento di relax letterario. Ro mi ha appena letto una deliziosa “Ode al gatto” niente mi sembra ci sia di più azzeccato per questo incontro visto che lei è una grande appassionata di gatti. 
 
E tra una chiacchiera e l’altra il mio sguardo si ferma proprio su quel libro che avevo letto un paio di anni fa, l’avevo trovato davvero interessante e inteso ma anche  piacevole e divertente.“L’aiuto”di Kathryn Stockett.
Narra le vicende di un gruppo di domestiche “schiave” di colore nel Sud degli Usa degli anni 60 dove il razzismo e la violenza la fanno da padrone, dove le umiliazioni della gente di colore sono la normalità, dove le “padrone”bianche hanno il potere di rovinare la vita alle loro domestiche anche semplicemente per il piacere e la cattiveria di farlo
Ma narra anche la forza di queste donne che hanno il coraggio di denunciare tanto male , raccontando le loro storie che verranno pubblicate in un libro grazie alla complicità e all’ aiuto di una giovane giornalista bianca del posto e che sarà il loro input nella difficile battaglia del cambiamento.
Un libro che mi è rimasto nel cuore, come le sue protagoniste, la coraggiosa Skeeter, la saggia Aibileen e la ribelle Minny.
 
Una delle scene cult del libro ripresa poi alla perfezione dal film è quella in cui Minny si vendica a modo suo delle prepotenze della sua ex padrona che non smette di umiliarla nemmeno quando la vuole riprendere a servizio, pagandola ancora meno, perché una cuoca brava come Minny non l’ha più trovata.
Minny sa che Miss Hilly adora la sua torta al cioccolato, che non sa resistere a mangiarne anche più fette e allora quella sarà la sua straordinaria vendetta, “la grande porcata” come dice Minny…….vi lascio immaginare cosa ci sia in quella torta che si confonde perfettamente col cioccoloto!!!! Si avete pensato proprio bene ahahahah. Una scena irresistibile!
 
Eccola Minny e la sua terribile torta!
Pensate che mentre giravano il film quella torta è stata preparata ben 53 volte dalla cuoca ufficiale della produzione per quanto fosse buona ( senza il terribile ingrediente!) è diventata un po’ il simbolo del film e del libro. Io ho fatto una ricerca in rete e ho trovato la ricetta originale (…..Adesso io e Ro ce ne gustiamo una fetta…….siete tutti invitati.
 
 

 

Minny’s Chocolate Pie
 
Ingredienti:
300 g di pie crust (ricetta qui)
270 g di zucchero semolato
50 g di cacao amaro,
60 g di burro morbido
145 g di latte evaporato
3 uova
2 cucchiai pieni di maizena
aroma vaniglia, 1 pizzico di salePreparazione:
Stendere la base per pie a circa 4mm e rivestire uno stampo di 22 cm di diametro, bucherellare la base e mettere in frigorifero.
Nel frattempo preparate il ripieno mescolando in un recipiente tutti gli ingredienti secchi (zucchero, cacao, sale, maizena), poi aggiungere il latte evaporato, la vaniglia e il burro e mescolare con delle fruste elettriche, unire un uovo alla volta sempre mescolando.
Versare il composto nella base che avevate raffreddato in frigorifero e infornate a 165° per 50/60 minuti ( a me ci sono voluti una decina di minuti in più).
A metà cottura coprite con un foglio di alluminio per evitare che i bordi scuriscano troppo.
Lasciar raffreddare la pie almeno 4 ore prima di servirla con panna montata o gelato alla vaniglia.

 

 

 

 

Pie di rabarbaro e fragole

Pensavate che fossi rimasta in Alsazia ? E magari!!!!!
No, sono tornata da qualche giorno e sono felicissima di essermi ritagliata questa mini vacanza, 3 giorni sono davvero pochi ma bastano a farti venire voglia di tornarci al più presto e spero di riuscirci
Ho visto una città deliziosa, Strasburgo, un’altra fiabesca, Colmar, ho fatto una mini tappa a Friburgo dove ho mangiato una fetta di foresta nera da sballo e infine la sorpresa per le pupe che hanno gradito all’ennesima potenza….e anche io….Europa Park a Rust, grandioso parco di divertimenti a tema, se non ci siete ancora stati ve lo straconsiglio, è strutturato benissimo con una deliziosa ricostruzione di alcuni stati europei e tantissime attrazioni per tutta la famiglia. 
Nel prossimo fine settimana sistemo tutte le foto che ho fatto e poi nel post successivo vi faccio curiosare le meraviglie che ho visto 🙂
E cosa dire di quello che mi sono portata a casa? 3 buste della spesa piena di roba!!! Ho fatto spesa nei mercatini, nei negozietti, nei centri commerciali, ma niente vestiti, niente bijou, niente profumi……ho comprato asparagi, rabarbaro, cioccolato, latte evaporato, spezie, formaggi, patè, riviste di cucina e pasticceria…….e lo so che mi capite alla grande 🙂
E non mi sono fatta mancare un giro per pasticcerie, una cena alsaziana, una thailandese, una fetta di kougelhopf e qualche bretzel dolce e burroso tipico di queste parti…ma poi sarò moooolto più dettagliata !
E per rimanere in tema la ricettina dolce di oggi è una fantastica pie al rabarbaro e fragole, è la prima volta che la faccio, impossibile da trovare il rabarbaro dalle mie parti e allora ne ho comprato un bel po’ per farne confetture, dolci e poi vedrò cos’altro. Quando l’ho tirata fuori dal forno non riuscivo a smettere di annusarla!! Un profumo da svenimento. La ricetta è quella di  Stephanie Jaworski del sito Joy of baking, una vera garanzia, vi metto qui anche il link del video dove è mostrato come fare l’ intreccio sulla pie. Ecco la ricetta:

Pie di rabarbaro e fragole

Per la base pie (pie crust)

Ingredienti:
350 g di farina 00
225 g di burro
30 g di zucchero semolato
1 cucchiaino raso di sale
60 ml circa di acqua molto fredda

Procedimento:

Mettere nella planetaria con gancio a foglia la farina, il sale e lo zucchero mescolare qualche secondo ed aggiungere il burro freddo a pezzettini piccoli, far sabbiare il composto ed infine unire l’acqua affinché si amalgami il composto, non mescolare oltre il mezzo minuto. Dividere l’impasto in due panetti uno più grande che servirà come base, l’altro più piccolo lo useremo per le strisce, mettere a raffreddare in frigorifero per almeno 30 minuti.
Trascorso il tempo tirare due dischi di pasta e con uno rivestire uno stampo da pie, bucherellare e rimettere in frigorifero.
Dall’ altro disco di pasta ricavare delle strisce di un paio di cm di larghezza, adagiarle su di un piano e rimettere anche queste in frigoriferi fino all’ utilizzo.

Per il ripieno :

Ingredienti
500 g di fragole
500 g di rabarbaro
150 g di zucchero semolato
30 g di maizena
1 cucchiaio di succo di limone
Qualche fiocchetto di burro
Un po’ di latte ed altro zucchero per le strisce

Procedimento:

Tagliare le fragole a metà e il rabarbaro in bastoncini di circa 1.5 cm dopo averlo un po’ pelato (come si fa con il sedano), mettere entrambi in una grossa scodella. 
Mescolare assieme lo zucchero e la maizena e metterne un paio di cucchiai sul fondo della base della pie che avevamo messo in frigorifero, il resto dello zucchero e maizena unirlo alle fragole e rabarbaro, mescolare bene e aggiungere il cucchiaio di limone, poi versare sulla base della pie e finire con qualche fiocchetto di zucchero.
Adesso decorare ad incrocio con le strisce di impasto, questo tipo di decoro è detto “ lattice pie crust” è molto bello da vedere e in questo video potete vedere anche il tutorial per realizzarlo senza problemi,
Spennellare le strisce con un po’ di latte e cospargere con zucchero semolato.
Mettere in forno caldo 200° per circa 45 minuti. A metà cottura coprire con un foglio di alluminio perché i bordi tendono a scurire troppo e poi togliere il foglio poco prima della fine della cottura.
La pie va fatta raffreddare diverse ore prima di essere tagliata , questo per permettere al composto interno di rapprendersi, rimarrà comunque molto morbida e succosa. Da mangiare così com’ è oppure accompagnata da una pallina di gelato o panna montata. E buon appetito!!