Fiori di cremoso al cioccolato fondente e cuore di crema cotta

Cremoso cioccolato e crema

Sono passati giorni e poi settimane …..e poi mesi.
Sono rimasta lontana da questo mio piccolo spazio per troppo tempo e se qualcuno me ne chiedesse le ragioni, forse non saprei nemmeno darne una che sia motivata a dovere.
Sono una blogger anomala , e su questo non ci piove. Non mi arranco a tirare fuori ricette dal cilindro come fossero conigli, sono poco social e non mi piace la visibilità a tutti i costi. Me ne sono resa conto quasi subito dopo aver aperto il blog. Vivo di alti e bassi qui come nella vita reale. Ci sono i momenti di piena emotiva in cui sono carica e motivata e poi ci sono quelli in cui faccio davvero fatica a dare un senso ad ogni cosa, e non mi riferisco solo a questo mio spazio.
In fondo sono sempre stata una fuori dal “branco”, mi piace vivere i miei momenti di condivisione ma anche i miei momenti di raccoglimento, di solitudine. Ultimamente sono più questi ultimi che mi tengono compagnia, e quando il tempo passa così veloce, succede che sento il bisogno di riappropriarmi di quella voglia di fare, di ricominciare, di credere soprattutto in qualcosa che mi dia una sana energia positiva.
Non posso negare che le difficoltà della mia vita “reale” mi condizionino. Le strade che ho percorso non sono mai state “una passeggiata” ma sentieri spesso tortuosi in cui sono inciampata e mi sono ferita, più o meno duramente. Ho messo un sacco di toppe e ho ripreso il percorso, ma le crepe sono sempre li e quando mi fermo a guardarle sento ancora dolore.
Vorrei finalmente conquistare la serenità che bramo da così tanto tempo, e forse un giorno ci riuscirò. Sono sicura che sarò meno incostante e più propositiva, sia nella mia boutique, che fuori dalla sua porta.
Oggi mi è sembrato giusto condividere queste mie sensazioni perché ci sono tante persone dolcissime che in questi mesi mi hanno teso la mano e lasciato un sorriso….e che si sono preoccupate della mia assenza ed io vi ringrazio davvero. Sono queste le cose che più di tutto mi scaldano il cuore.
E sapete una cosa? Ieri ho preso coraggio e ho riaperto le pagine del mio blog, erano mesi che non lo facevo, ero ormai certa che dopo tanto tempo senza nemmeno un dolcetto i miei golosi visitatori avessero perso le speranze di venire a bussare alle mie vetrine……e invece non è cambiato nulla, ho trovato tutto quello che avevo costruito fino ad allora, siete passati ogni giorno in tanti e non posso descrivere la felicità e la magia che ho sentito in quel momento. Grazie, grazie, grazie.
E adesso riparto da dove ho lasciato. Era luglio e nonostante la caldissima estate ho preparato questo dolcetto al cioccolato perché dovevo fare qualcosa che parlasse un po’ di me, Taste & More lo ha pubblicato nel numero speciale estivo, quello in cui ogni collega si raccontava attraverso delle ricette ad hoc. Oggi ve lo propongo anche qui nella boutique e riparto con voi, tenendoci per mano.

cremosi al cioccolato fondente

(altro…)

Dolce idea……

 

Quando si fanno tanti pasticci così come faccio io non è
difficile trovarsi il congelatore con tutta una serie di avanzi di dolci fatti
nei giorni precedenti.
Vaschette ripiene di semisfere di mousse o di  bavaresi, quadrotti di gelatine di frutta,
dischetti di aspic, bustine ricolme di pasta frolla, breton, ritagli di pan di
spagna…..insomma un sacco di roba “preziosa” che anche se trattasi di avanzi mi
dà comunque la possibilità di assemblare dei dolcetti golosi e di sbizzarrirmi
con le combinazioni. Non sapete quanto mi piace questo meraviglioso gioco degli
incastri in pasticceria, mi piace combinare assieme delle preparazioni che
avevo fatto per altre cose e poi ritrovarmi con qualcosa di nuovo e anche
piacevole.
Quindi pochissima fatica e ottima resa……diciamo che se ci viene
una improvvisa voglia di dolce in casa, in pochi minuti e bella che pronta 🙂
La ricetta che vi lascio oggi è proprio un esempio dei miei
puzzle/dolcetti, ho scongelato un po’ di sablé breton e ne ho ricavato dei
dischetti per la base, li ho spalmati di crema al pistacchio per far aderire
bene l’aspic di frutti rossi che avevo in frigo, e ho rifinito con una
semisfera di muosse alla ricotta che ho lasciato lentamente scongelare sul
dolcetto in frigorifero. Decorata, fotograta e mangiata….. 🙂 
 
Dolce idea
 
Per le basi di sablé breton:

100 gr di zucchero semolato50 gr di tuorli d’uovo (circa 3 tuorli)
100 gr di burro morbido
150 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
scorza di limone grattugiata

Procedimento:

Mettiamo in una boule lo zucchero, la scorza di limone e i tuorli e montiamo con delle fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso, uniamo quindi il burro morbido un po alla volta sempre montando con le fruste.
Adesso incorporiamo la farina setacciata con il lievito e continuiamo a mescolare fino a quando il composto e ben amalgamato. Questa operazione deve durare il meno possibile per non surriscaldare troppo il burro.
Adesso stendiamo l’impasto ancora morbido ad uno spessore di poco meno di 1 cm su carta forno e mettiamo in frigo almeno per 1 ora a raffreddare.
Quando è ben rappreso formiamo i nostri palet usando dei coppapasta, io ne ho usati di tondi e quadrati, avendo l’accortezza di lasciare inserito il coppapasta durante la cottura perchè altrimenti non terrebbero la forma visto l’alto contenuto di burro.
Cuociamo a 180° per 20 minuti circa, togliamo dal forno e lasciamo raffreddare prima di sfilare il coppapasta, attenzione caldi sono molto friabili e potrebbero rompersi.

Per i dischetti di aspic ai frutti rossi e moscato

150ml di moscato dolce
1 cucchiaio di miele di acacia
1 e 1/2 gelatina in fogli
Fragole, lamponi a pezzettini
 
Preparazione:
Mettiamo ad ammollare la gelatina in abbondante acqua fredda, nel frattempo mettiamo in un pentolino che andrà su fuoco, il moscato, il miele e qualche pezzetto di fragola, facciamo riscaldare almeno fini a 60°,togliamo dal fuoco e uniamola gelatina ben strizzata.
In uno stampo da plumcake mettiamo la frutta e pezzettini e ricopriamo con il moscato, mettiamo in congelatore qualche ora.
Quando è rassodato appoggiamo i dischi di aspic sulle basi di sable breton spalmate di crema di pistacchio

 

 

Per le semisfere di mousse di ricotta

20 gr di acqua
65 gr di zucchero
2 tuorli d’uovo
250 gr di ricotta setacciata
250gr di panna semimontata
2 fogli di gelatina (4 gr) + 20 gr di acqua fredda

Preparazione:

Mettiamo subito ad ammorbidire i 2 fogli di gelatina in acqua fredda che deve essere 5 volte il peso della gelatina, nel nostro caso 20 gr.
Intanto facciamo la patè a bombe con i tuorli e lo zucchero, mettiamo l’acqua e lo zucchero in un pentolino su fuoco e lasciamo che raggiunga la temperatura di 118°, poi versiamo a filo sui tuorli che nel frattempo avevamo iniziato a montare con le fruste elettirche e finiamo di montare per qualche minuti fino ad una consistenza densa e cremosa.
Facciamo sciogliere al microonde la gelatina e uniamola alla paté a bombe, mescoliamo bene e proseguiamo con la ricotta setacciata sempre usando le fruste e infine la panna semimontata amalgamandola con una spatola meglio se in silicone, dall’alto verso il basso per non smontarla.
Riempiamo delle semisfere di silicone con la mousse e mettiamo in congelatore fino a quando riusciremo a sformarle senza problemi. e adagiarle sugli aspic per poi finire con la decorazione del dolce.

Io ho usato granella di pistacchi e lamponi.

Con questa ricetta partecipo al contest “una tavola senza sprechi” del blog cortesie in cucina

Mini tortine di sablè breton per lo Sweet Team

Piccola pasticceria | 30 settembre 2013 | By

Eccomi  di ritorno dalla mia trasferta milanese, finalmente casa e finalmente il tempo per ricominciare con il mio spazio goloso. E’ stato un periodo molto impegnativo ma straordinario, sono felicissima di come sia andato e a tempo debito vi svelerò l’arcano :).
E come ricominciare meglio di così? Con una bellissima iniziativa De Agostini che ha offerto a me e ad altre 11 foodbloger l’opportunità di far parte di una dolcissima squadra, lo “Sweet Team”. Lo scopo è quello di proporre per 8 settimane delle ricette di piccola pasticceria alternandoci in questa carinissima staffetta grazie anche alla raccolta “Crea e decora dolci delizie” che ci metterà a disposizione tantissimi utensili per decorare, presentare e e dar vita alle nostre personali creazioni. 
La raccolta che potrete trovare già in edicola in fascicoli e ricca di ricette, consigli e foto dettagliate che aiuteranno sicuramente gli appassionati di queste piccole dolcezze anche se alle prime armi.
Le ricette dello Sweet Team, saranno pubblicate anche sul sito web De Agostini e sulla pagina Facebook.
Buona dolcissima lettura a tutti.
Mi lascia il testimone la dolce ricetta de L’ Omin di Panpepato e arrivederci a domani sul blog “Lamponi e Tulipani”.
 

Per i palet di sablè breton (circa 10)
100 gr di zucchero semolato
50 gr di tuorli d’uovo (circa 3 tuorli)
100 gr di burro morbido
150 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
scorza di limone grattugiata

Procedimento:

Mettiamo in una boule lo zucchero, la scorza di limone  e i tuorli e montiamo con delle fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso, uniamo quindi il burro morbido un po alla volta sempre montando con le fruste.
Adesso incorporiamo la farina setacciata con il lievito e continuiamo a mescolare fino a quando il composto e ben amalgamato. Questa operazione deve durare il meno possibile per non surriscaldare troppo il burro.
Adesso stendiamo l’impasto ancora morbido ad uno spessore di poco meno di 1 cm su carta forno e mettiamo in frigo almeno per 1 ora a raffreddare.
Quando è ben rappreso formiamo i nostri palet usando dei coppapasta, io ne ho usati di tondi e quadrati, avendo l’accortezza di lasciare inserito il coppapasta durante la cottura perchè altrimenti non terrebbero la forma visto l’alto contenuto di burro.
Cuociamo a 180° per 20 minuti circa, togliamo dal forno e lasciamo raffreddare prima di sfilare il coppapasta, attenzione caldi sono molto friabili e potrebbero rompersi.

 

Per la mousse di ricotta
20 gr di acqua
65 gr di zucchero
2 tuorli d’uovo
250 gr di ricotta setacciata
250gr di panna semimontata
2 fogli di gelatina (4 gr) + 20 gr di acqua fredda

Preparazione:

Mettiamo subito ad ammorbidire i 2 fogli di gelatina in acqua fredda che deve essere 5 volte il peso della gelatina, nel nostro caso 20 gr.
Intanto facciamo la patè a bombe con i tuorli e lo zucchero, mettiamo l’acqua e lo zucchero in un pentolino su fuoco e lasciamo che raggiunga la temperatura di 118°, poi versiamo a filo sui tuorli che nel frattempo avevamo iniziato a montare con le fruste elettirche e finiamo di montare per qualche minuti fino ad una consistenza densa e cremosa.
Facciamo sciogliere al microonde la gelatina e uniamola alla patè a bombe, mescoliamo bene e proseguiamo con la ricotta setacciata sempre usando le fruste e infine la panna semimontata amalgamandola con una spatola meglio se in silicone, dall’alto verso il basso per non smontarla.
Lasciamo in frigorifero circa 30 minuti affinchè si rapprenda leggermente da poterla usare con un sac a poche e rivestiamo i nostri sablè

Decoriamo i sablè con dei ribes rossi che abbiamo fatto scaldare leggermente su fuoco con dello zucchero semolato. Una spolveratina di zucchero a velo ed eccoli in tutta la loro eleganza.

 

 
 

Tortine d’estate …..mousse di albicocche e namelaka

 

Dalla pausa che mi sono presa
sembrerebbe che io abbia deciso di restarmene al mare per ben più di una sola
settimana, e magari…. ma la vacanza è finita già da un pezzo e quando ripiombi
nel tram tram quotidiano dopo le ferie sembra quasi che il lavoro ti si triplichi!
In ufficio scartoffie accumulate da smaltire, a casa arretrati di ogni genere e
così sotto  a rimboccarsi le maniche…lo
scotto da pagare di ogni fine vacanza.
Ma oggi eccomi qua nel mio
posticino preferito, quando ci sto lontana così tanto tempo mi assalgono i
sensi di colpa,  come succede quando
trascuri qualcosa di caro e importante J.  Quando guardo il mio blogroll che si aggiorna
a ritmo quasi spietato mi rendo conto di quanto vorrei avere del tempo in più
anche io per riuscire a vivere meglio questa mia grande passione e condividere
di più ed essere più presente …..ma almeno per ora le cose stanno così,
spizzichi e bocconi per rimane in tema gastronomico.
Il  dolcetto che posto oggi l’ho preparato
proprio quando ero al mare, non sono riuscita a non portarmi dietro almeno due
fruste elettriche, qualche stampino e qualche foglio di gelatina……se c’è un
angolo cucina, nella mia borsa ci sono anche loro, sempre.
E visto che la stagione è quella
delle albicocche ne approfittiamo e ci facciamo una meravigliosa mousse…….la
base è una sablee bretonne, la parte super golosa è una namelaka montata
sofficissima al cioccolato bianco. Eccola
 

 

 

Sablè breton
 
 Ingredienti:
160 gr di zucchero semolato
80 gr di tuorli d’uovo (circa 5/6)
160 gr di burro pomata (morbido in crema)
225 gr di farina 00
7 gr di lievito chimico per dolci
2 gr di fior di sale
 
Procedimento:
Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il burro, mescolare e aggiungere la farina setacciata con il lievito e il sale.  Stendere la sablee  ad un altezza di circa 3 cm su di una teglia ricoperta con carta forno o silpat, coprire con pellicola e mettere in frigorifero per almeno un paio d’ore.  Una volta raffreddata ricavarne dei dischetti con un coppa pasta e lasciarli all’interno dello stesso, andranno in forno direttamente così, non imburrare i coppa pasta perché il burro non darebbe il tipico aspetto “increspato” dei sablee bretonne.
Cuocere a forno ventilato 160° per 15 minuti circa.
 
Namelaka al cioccolato bianco
 
Ingredienti:
170 gr di cioccolato bianco
100 ml di latte intero
5 gr di sciroppo di glucosio
2 gr di gelatina in fogli (1 foglio)
200 gr di panna fresca liquida
 
Procedimento:
 
Far fondere il cioccolato al microonde (o bagno maria) ad una temperatura di circa 50° e tenerlo da parte.  Mettere il foglio di gelatina in un recipiente con acqua fredda ad ammollare.
Portare a bollore il latte con il glucosio, lasciarlo intiepidire (60°) aggiungere il foglio di gelatina ben strizzato, mescolare  e versarlo in tre tempi sul cioccolato mescolando bene con una spatola , meglio se in silicone. Aggiungere la panna liquida fredda e mixare qualche secondo. Coprire con pellicola a contatto e riporre in frigorifero tutta una notte. Il giorno dopo montiamo la crema.
 
Mousse di albicocche
 
Ingredienti:
250 gr di purea di albicocche
1 foglio di gelatina
50 gr di meringa italiana
150 gr di panna semimontata
 
Procedimento
 
Riscaldare una piccola parte di purea di albicocche e sciogliervi dentro la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda, poi unirvi il resto della purea. Amalgamare quindi prima la meringa e in ultimo la panna semimontata ( deve essere lucida ma non molto soda), sempre molto delicatamente dall’alto verso il basso. Riporre in frigo oppure utilizzare subito.
 

 

 

Montaggio delle tortine:
Foderiamo con una banda di acetato  il coppa pasta che abbiamo usato per cuocere i sablee, mettiamo sul fondo la base di sablee bretonne, con l’aiuto di una sac a poche mettiamo uno strato di namelaka, poi uno di mousse di albicocca e terminiamo con un altro strato di namelaka lasciando un piccolo spazio al centro. Decoriamo con pezzettini di albicocche padellate.

E adesso una cartolina dal mare……..un saluto da cuochetta & sister